Esami e lauree al tempo del Coronavirus: a Brescia si fa tutto online

Da un paio di settimane la modalità telematica in università è stata estesa anche agli esami di profitto e di laurea: ecco come funziona

Non solo teledidattica, lezioni a distanza, apprendimento da remoto: all’Università degli Studi di Brescia è ormai da un paio di settimane, dal 9 marzo scorso, che la modalità telematica è stata estesa anche agli esami, di profitto e di laurea. Tra chi ce l’ha già fatta non ci sono solamente i 68 nuovi infermieri pronti a scendere in pista per dare manforte nei giorni dell’emergenza Coronavirus.

Le prime della lista, infatti, ovvero coloro che si sono laureate per prime con la nuova modalità telematica, sono le sei studentesse proclamate dottoresse in Biotecnologie mediche, in presenza del rettore prof. Maurizio Tira e dalla prorettrice prof.ssa Grazia Speranza. La circostanza degli esami e delle lauree solo online proseguirà almeno fino alla fine dell’emergenza.

Come funzionano lauree ed esami online

Fino ad allora, fa sapere Unibs, gli esami proseguiranno secondo il calendario in essere, che potrà subire eventuali variazioni sulla base della valutazione di ciascun corso di studio. La Commissione potrà riunirsi in aula adottando le idonee misure precauzionali prescritte dalle autorità sanitarie competenti, o in modalità telematica (fatta eccezione per almeno due componenti): lo studente, collegato in remoto simultaneamente ad altri candidati, dovrà esibire un documento di identità, garantendo il controllo visivo della sua postazione per tutta la durata della prova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tecnologia come alleata contro l’emergenza

“L'evoluzione della situazione relativa alla diffusione del Coronavirus - dichiara il rettore, prof. Maurizio Tira - impone l'adozione, oltre che di tutte le misure cautelative a tutela della salute pubblica e del sereno funzionamento delle attività istituzionali di tutti gli atenei, anche di piani straordinari in grado, da un lato, di restituire quanta più normalità possibile alla vita universitaria e, dall'altro, di garantire ai nostri studenti la prosecuzione o la conclusione del percorso di studi senza ritardi. La nostra comunità accademica sta mettendo in campo un grande sforzo affinché la tecnologia si trasformi in un'importante alleata per fronteggiare al meglio questa emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutti a casa fino a settembre: più di uno studente su due ha nostalgia della scuola

  • Premio Scuola Digitale 2020: le scuole bresciane che andranno in finale

  • Covid-19: corsi online (made in Brescia) per lavorare in sicurezza

  • La scuola che guarda al futuro: a Lonato e Iseo arriva TecnicaMente

  • Brescia: Open Day online per l'Accademia di Belle Arti SantaGiulia

  • Università di Brescia: #laricercanonsiferma, appello per il 5 per mille

Torna su
BresciaToday è in caricamento