Università di Brescia: nuovo corso di laurea in Farmacia

Iscrizioni già aperte, e 80 posti disponibili per il nuovo corso di laurea magistrale (cinque anni) in Farmacia dell’Università di Brescia

E’ stato pubblicato da poche ore il bando per l’ammissione al primo anno del nuovo corso di laurea magistrale a ciclo unico in Farmacia dell’Università di Brescia, al via con l’anno accademico 2019/2020: le iscrizioni al test selettivo (test cartaceo) rimarranno aperte fino alle ore 15.30 del 22 agosto. Il test si svolgerà lunedì 9 settembre (ore 10) nella sede che verrà successivamente indicata: i candidati sono convocati già alle 8.30. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sul bando sono disponibili a questo link: per iscriversi al concorso è necessario registrarsi al portale di Ateneo. 

Il corso di laurea

Sono ottanta i posti disponibili al nuovo corso di laurea magistrale (a ciclo unico) in Farmacia dell’Università di Brescia. Fa parte della classe di laurea LM-13 Farmacia e farmacia industriale, del dipartimento di Medicina molecolare e traslazione: la durata del corso è di 5 anni, per un totale di 300 crediti. Ulteriori informazioni sono disponibili sulla pagina web dedicata di UniBs. Per la cronaca, in provincia di Brescia sono circa 1500 gli iscritti all’ordine dei farmacisti.

Obiettivi formativi

Il corso di laurea quinquennale a ciclo unico in Farmacia ha come obiettivo principale il conseguimento della Laurea magistrale in Farmacia che permette di accedere all'abilitazione per l'esercizio della professione di Farmacista e all'esercizio di altre attività professionali volte a controllare l'iter che i medicinali compiono dalla loro produzione fino all'uso da parte del paziente.

Il percorso progettato tiene conto della direttiva della Comunità europea 85/433/CEE del 16 settembre 1985, la quale rende possibile la libera circolazione dei farmacisti nei paesi dell'Unione Europea e il reciproco riconoscimento del titolo di farmacista.

In ottemperanza alle indicazioni della legislazione nazionale e alla direttiva comunitaria 2005/36/CE, il corso di laurea magistrale in Famacia si propone di conferire un insieme di conoscenze teoriche e pratiche in campo chimico, biologico, fisiologico, farmaceutico, tecnologico, farmacologico e tossicologico che permettano ai laureati magistrali di affrontare l'insieme multidisciplinare delle "scienze del farmaco" che prevedono la progettazione della struttura, il sistema di controllo secondo le codifiche della farmacopea europea, la produzione e l'utilizzazione del farmaco, fornendo così una preparazione adeguata per operare nei diversi ambiti in cui è prevista l'opera del Farmacista (farmacie pubbliche e private, parafarmacie, farmacie ospedaliere e strutture sanitarie del territorio, aziende farmaceutiche, aziende che si occupano degli aspetti regolatori ed aziende che operano nei settori della "nutraceutica" e "cosmeceutica").

Sbocchi professionali

Dopo il conseguimento dell'abilitazione professionale e l'iscrizione all'ordine professionale, il farmacista può svolgere tutte le attività professionali previste dalla direttiva n. 2005/36/CE

Il farmacista opera:

  • nelle farmacie territoriali aperte al pubblico in Italia ed in ambito comunitario;
  • nelle farmacie ospedaliere ed in case di cura;
  • nei servizi territoriali delle Aziende Sanitarie;
  • nelle amministrazioni pubbliche e nelle Forze Armate;
  • nella distribuzione intermedia dei medicinali;
  • negli esercizi commerciali che attivano i servizi previsti dalla legge 248/06;
  • nelle aziende farmaceutiche, alimentari e cosmetiche;
  • nelle officine di produzione di medicinali.
  • Il farmacista (o il laureato magistrale anche senza aver conseguito l'abilitazione professionale), inoltre, opera:
  • nel settore della ricerca delle industrie farmaceutiche, cosmetiche ed alimentari;
  • nelle Università ed in enti di ricerca pubblici e privati.

Inoltre il conseguimento del titolo di laurea in Farmacia dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di Ricerca e Scuola di Specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  • Chimici e professioni assimilate - (2.1.1.2.1)
  • Chimici informatori e divulgatori - (2.1.1.2.2)
  • Farmacisti - (2.3.1.5.0)
  • Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze chimiche e farmaceutiche - (2.6.2.1.3)

Il corso consente di conseguire l'abilitazione alle seguenti professioni regolamentate:

  • chimico
  • farmacista

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Progetto Eduscopio: licei e istituti tecnici, le migliori scuole della provincia

  • Studiare online, anche da casa: boom di iscrizioni alle università telematiche

  • Posizioni aperte in università: un concorso per 8 assunzioni a tempo indeterminato

  • Trucchi e consigli per studiare senza fatica

  • Desenzano: una festa in piazza per celebrare i 40 anni della scuola alberghiera

  • "Touchpoint": al Cfp corsi di formazione per l'uso consapevole dei social

Torna su
BresciaToday è in caricamento