Disabilità sensoriale a scuola: le novità della Regione

Grandi novità in arrivo per i genitori con bambini affetti da disabilità sensoriali: dal prossimo 21 maggio le famiglie potranno rivolgersi al Comune di residenza per gli enti qualificati

La Giunta di Regione Lombardia ha approvato, su proposta dell'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, di concerto con l'assessore a Istruzione, Formazione e Lavoro, la delibera che traccia le linee guida per l'aggiornamento degli elenchi degli enti erogatori qualificati a svolgere interventi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale

Le principali novità

La delibera semplifica le procedure per aggiornare gli elenchi. Gli enti erogatori già presenti nelle liste non dovranno più presentare i documenti che attestano il possesso dei requisiti ma semplicemente autocertificarne il mantenimento; i nuovi enti dovranno invece presentare la domanda secondo un modello tipo allegato nell'avviso che sarà pubblicato a breve sul Burl e sul sito di Regione Lombardia. La delibera aggiorna inoltre i requisiti soggettivi e organizzativi che gli enti devono possedere per erogare gli interventi che favoriscono l'inclusione scolastica. 

Richiesta di presa in carico per le famiglie

Le famiglie dal 21 maggio potranno rivolgersi al proprio Comune di residenza per inserire i dati dei ragazzi nel sistema Siage e chiedere la presa in carico degli studenti nelle Ats, inserendo il loro piano individuale. Quest'anno infine gli enti che garantiscono percorsi scolastici e servizi di inclusione in convitti fuori regione potranno iscriversi all'elenco, nelle Ats lombarde dove risiedono gli studenti con disabilità sensoriale, secondo i criteri previsti nelle linee guida approvate.

Sistema di offerta in Lombardia

"Abbiamo introdotto questa fase transitoria – spiega l'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità Stefano Bolognini – per contenere i disagi degli studenti e delle famiglie che attualmente ricevono servizi extra regione, in attesa di concludere l'individuazione in Lombardia di un analogo sistema di offerta. L'obiettivo è evitare agli studenti stessi gravosi spostamenti che spesso comportano l'allontanamento dalle famiglie".  Entro il 31 maggio sarà approvata la delibera di aggiornamento delle linee guida per i servizi di supporto all'inclusione scolastica 2019-2020. Mentre il 15 maggio sarà dato il via libera all'elenco degli enti erogatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La top ten dei migliori licei scientifici d'Italia: 4 su 10 sono lombardi

  • Emergenza meningite: vaccinazioni all'Antonietti, giovedì tocca alle scuole di Adro

  • Alternanza scuola-lavoro, Brescia ancora al top: premiate 46 aziende

  • Scuole e accademie militari in Italia: come iscriversi

  • Come diventare carabiniere: un bando per Allievi Ufficiali

  • Brescia: una laurea Honoris Causa per Manlio Milani

Torna su
BresciaToday è in caricamento