Sabato, 24 Luglio 2021
Scuola

Un anno di studio all'estero con Intercultura, come partecipare

Ultimi giorni per partecipare al bando 2021-2022 di Intercultura: l'iniziativa si rivolge a studenti medi nati tra il 2003 e il 2006. Tutte le informazioni

Volata finale per studiare all’estero nell’anno scolastico 2021-22 con una borsa di studio. Il 10 novembre 2020 scade il termine per le iscrizioni al bando di concorso di Intercultura, rivolto a studenti delle scuole superiori nati tra il 1 luglio 2003 e il 31 agosto 2006, che non intendono rinunciare alla possibilità di vivere una delle più importanti esperienze formative per il proprio futuro. 

Le borse di studio disponibili sono centinaia e possono coprire l’intera quota di partecipazione al programma oppure una sua percentuale variabile in base al reddito familiare e al merito degli studenti. In particolare, per gli studenti residenti nel territorio di Brescia, è disponibile la borsa di studio in memoria di Francesca e Marina Fasser, messa a disposizione dalla famiglia e dai volontari locali (ulteriori informazioni a questo link).

Come partecipare al bando

L’iscrizione al bando non è vincolante per la futura partecipazione, ma deve essere necessariamente effettuata entro il 10 novembre per potere partecipare alle selezioni che inizieranno nei giorni immediatamente successivi. Tra le novità, spiccano la possibilità di frequentare l’anno scolastico in Grecia e il trimestre e l’anno scolastico nel Regno Unito.

Nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria in corso, anche per l’anno scolastico in corso c’è chi ce l’ha fatta a partire. Ad oggi sono oltre gli 300 studenti gli studenti di tutta Italia che hanno voluto confermare la loro scelta di vivere e studiare all’estero con Intercultura per l’anno scolastico 2020-21. Altri ragazzi potrebbero aggiungersi nei primi mesi del 2021, per quei Paesi per cui la partenza è stata prudenzialmente rimandata. Tra chi è all’estero in questo momento, ci sono anche quattro studenti di Brescia suddivisi tra Germania e Uruguay.

Studenti bresciani all'estero

Studenti e genitori della zona di Brescia interessati a ricevere maggiori informazioni possono contattare i volontari del Centro locale di Brescia, telefonando al 388 8669784. Per chi invece abita (e studia) sul lago di Garda è attivo il Centro locale di Salò: negli ultimi anni sono partiti studenti per Francia, Germania, Costa Rica, Messico, Stati Uniti, Russia, Paraguay, Canada e Galles.

In alcuni casi, anche all’estero diversi ragazzi si sono dovuti misurare con le problematiche relative alla didattica a distanza, ma questo non ha frenato il loro entusiasmo. Tra mascherine, dispositivi igienizzanti e tanta voglia di ricominciare, la vera sorpresa che fa da collante all'esperienza di ognuno di loro è la curiosità verso un sistema scolastico diverso che riserva sorprese ogni giorno.

Scambi culturali e pandemia

“La grande maggioranza della popolazione mondiale sta vivendo lo spaesamento e le difficoltà di un evento inaspettato, per il quale non eravamo preparati - spiega Andrea Franzoi, segretario generale di Intercultura - Nonostante i grandi limiti a cui siamo tutti sottoposti, molti giovani non rinunciano, ora più che mai, alla prospettiva di aprirsi al mondo e Intercultura intende sostenere gli studenti, le famiglie, le scuole che vogliono impegnarsi per costruire una società sempre più aperta e attenta a formare cittadini responsabili e attivi. In tale contesto l’educazione interculturale e l’apertura al mondo diventano quindi delle vere e proprie priorità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno di studio all'estero con Intercultura, come partecipare

BresciaToday è in caricamento