Giovedì, 24 Giugno 2021
Scuola

"Eureka! Funziona!": a scuola di imprenditorialità, premiate 3 classi bresciane

Giovanissimi scienziati sugli scudi con Eureka! Funziona!: un premio all'imprenditorialità promosso da Miur, Federmeccanica e Confindustria

Un progetto di "Eureka! Funziona!" (Foto da Facebook)

Si comincia da giovani, anzi giovanissimi: a scuola di imprenditorialità con “Eureka! Funziona!”, il progetto di “orientamento ed educazione” promosso da Federmeccanica, in accordo con il Miur, attraverso le territoriali di Confindustria e destinato i bambini del terzo, quarto e quinto anno della scuola elementare. Nonostante le difficoltà legate alla pandemia, nell'edizione 2020/2021 sono state tre le classi bresciane premiate, con un totale di 12 progetti complessivamente presentati, 51 alunni e 4 docenti coinvolti.

"Eureka! Funziona!": le classi premiate

Queste le classi che hanno meritato il riconoscimento: la quarta della scuola prima di Passirano, la quarta della primaria di Gavardo e la quinta della primaria di Calcinato. “Innanzitutto vorrei ringraziare gli insegnanti delle classi che hanno partecipato – ha commentato Paola Artioli, vicepresidente di Confindustria, in occasione della cerimonia di premiazione online – facendo sperimentare ai loro bambini una didattica nuova e orientata a far crescere le competenze di cui tutti avremo sempre più bisogno in futuro”.

“Avvicinare, infatti, fin dalle primarie i bambini alla scienza – continua Artioli – facilita lo studio delle materie tecnico-scientifiche con il giusto approccio, che parte dall'osservazione dei fenomeni per imparare con metodo induttivo, e attraverso l'esperienza, le leggi che li regolano”.

Un giocattolo per celebrare la scienza

Anche in questa edizione, “Eureka! Funziona!” si è svolto come una gara di costruzioni tecnologiche, nella quale i bambini hanno avuto il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo a partire da un kit sulle energie rinnovabili fornito da Federmeccanica. Gli alunni partecipanti sono stati divisi in gruppi, in modo da avvicinare gli allievi al saper fare, orientare alla cultura tecnica e scientifica, promuovere la parità di genere e l’approccio multidisciplinare.

La giuria (bresciana) di qualità

I diversi progetti realizzati sono stati quindi valutati da parte di una giuria deputata a scegliere il giocattolo maggiormente innovativo, sulla base di una scheda di valutazione ad hoc, composta da Gabriella Pasotti, Presidente Settore Meccanica di Confindustria Brescia, Stefania Pagliara, Docente di Fisica all’Università Cattolica, Federico Andreoletti, docente di Fisica e rappresentante AIF, Enrico Bonomini, direttore creativo, Patrizia Bonaglia e Daria Giunti, Rappresentanti UST – Ufficio Scolastico Territoriale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Eureka! Funziona!": a scuola di imprenditorialità, premiate 3 classi bresciane

BresciaToday è in caricamento