Scuola

Cooking Quiz: sette scuole lombarde in gara, c'è anche un istituto bresciano

Al via la quinta edizione del Cooking Quiz che, anche se a distanza, quest'anno coinvolgerà più di 20mila studenti e oltre 80 istituti alberghieri di tutta Italia

C'è anche una scuola bresciana – l'alberghiera Caterina de Medici con sede a Gardone Riviera e Desenzano del Garda – tra le sette scuole lombarde che parteciperanno alla quinta edizione del Cooking Quiz, il concorso didattico nazionale degli istituti alberghieri organizzato da Plan Edizioni, Alma e Peaktime. Causa pandemia, ovviamente, sarà tutto in digitale ma non per questo meno partecipato: saranno infatti coinvolti più di 20mila studenti in tutta Italia da oltre 80 istituti.

Nel dettaglio, al concorso – che è patrocinato dalla presidenza del Consiglio dei ministri e dal ministero delle Politiche agricole, forestali e del turismo – parteciperanno le classi quarte con indirizzo Enogastronomia, Sala/Vendita e Pasticceria. Obiettivo del concorso è stimolare lo studio attraverso tecniche didattiche innovative.

Come funziona il Cooking Quiz

Ma come? Gli studenti assisteranno a lezioni interattive condotte dagli chef-docenti di Alma, la Scuola internazionale di cucina italiana, e affronteranno una verifica attraverso la Gamification. Per ogni appuntamento, lo studente che otterrà il punteggio più alto sarà premiato con un buono Amazon, mentre la classe che raggiungerà il punteggio medio più performante avrà il pass per la finalissima nazionale.

Le scuole lombarde coinvolte

Queste le scuole lombarde coinvolte nell'iniziativa: oltre al Caterina de Medici anche il Frisi di Milano, l'Olivetti di Monza, il Sonzogni di Nembro, il Galli di Bergamo, il Greggiati di Ostiglia, il San Pellegrino di San Pellegrino Terme. A latere dell'iniziativa didattica, è online anche l'app “cookingquiz”, che permetterà agli studenti di ricevere ulteriori premi e riconoscimenti: sono in palio tutti i giorni buoni Amazon da 10 e 20 euro, oltre a un voucher vacanza per il vincitore settimanale.

Occhio agli imballaggi (da riciclare)

Grazie alla collaborazione dei Consorzi nazionali per la raccolta, il recupero e il riciclo degli imballaggi, anche in questa edizione ci sarà una sezione di consigli utili su come effettuare una corretta raccolta differenziata degli imballaggi utilizzati in cucina. Vaschette e pellicole in plastica, bottiglie e vasetti di vetro, scatolame in acciaio, vaschette e fogli d'alluminio: sono solo alcuni esempi di quanto viene utilizzato ogni giorno in cucina. Il messaggio è uno soltanto: combattere lo spreco alimentare e riciclare tutti gli imballaggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cooking Quiz: sette scuole lombarde in gara, c'è anche un istituto bresciano

BresciaToday è in caricamento