Bando #amiantozero: finanziati i progetti di 4 scuole bresciane

Si è concluso con 44 domande presentate (e accettate) il bando #amiantozero di Regione Lombardia da 5 milioni di euro: finanziati i progetti di quattro scuole bresciane

Ci sono anche quattro municipi bresciani tra gli assegnatari delle 44 domande pervenute a Regione Lombardia per il bando #amiantozero (da 5 milioni di euro) per gli istituti scolastici: si tratta dei Comuni di Gambara, Gardone Riviera, Palazzolo sull’Oglio e Vobarno. Nel dettaglio, a Gambara, Palazzolo e Vobarno si provvederà alla sostituzione delle coperture (in tutto sono 18 i progetti regionali) e a Gardone Riviera con la sostituzione della pavimentazione (in tutto sono 17 i progetti): a questi si aggiungono cinque progetti di bonifica delle conduttore e quattro interventi di altro tipo.

Presentate 44 domande

Alla data di scadenza sono pervenute 44 domande, per una richiesta complessiva di contributi pari a 4,998 milioni. In particolare, i contributi regionali (per un massimo di 500mila euro a progetto) sono stati erogati ai Comuni con popolazione superiore a 5mila abitanti, con finanziamento fino al 50% della spesa ammessa, e ai Comuni con popolazione inferiore ai 5mila abitanti, fino al 90% della spesa, oltre che alle Province.

Al bando hanno partecipato sia gli enti locali che altri soggetti pubblici proprietari di poli per l’infanzia, scuola dell’infanzia statali e comunali, scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado: due gli interventi finanziati in provincia di Bergamo, quattro a Brescia, uno a Como, cinque a Cremona e Lecco, tre a Lodi, uno a Monza e Brianza, 16 nella città metropolitana di Milano, uno a Mantova e cinque a Varese.

Gli interventi nel dettaglio

Gli interventi riguarderanno nello specifico 9 scuole dell’infanzia, 11 scuole primaria, 15 scuole secondarie di primo grado, 2 scuole secondarie di primo grado, 4 istituti comprensivi, 3 poli per l’infanzia. I 5 milioni della dotazione finanziaria saranno ripartiti in 2,5 milioni sull’esercizio finanziario 2020 e altrettanti sull’esercizio del prossimo anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Attraverso questa misura – spiega l’assessore regionale all’Istruzione Melania Rizzoli – realizzeremo interventi puntuali che ci permetteranno anche di disporre di un dettagliato quadro regionale e di conoscere le criticità da affrontare con priorità assoluta. Il nostro obiettivo è eliminare l’amianto all’interno degli edifici scolastici di proprietà pubblica presenti sul territorio. I Comuni hanno risposto in maniera esemplare – continua Rizzoli – e siamo riusciti a soddisfare tutte le richieste presentate. Ringrazio il Consiglio regionale che ha condiviso il percorso del bando, e in precedenza aveva approvato all’unanimità questo provvedimento”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali università fanno guadagnare di più? Brescia tra le migliori d'Italia

  • Tutti a casa fino a settembre: più di uno studente su due ha nostalgia della scuola

  • Premio Scuola Digitale 2020: le scuole bresciane che andranno in finale

  • Covid-19: corsi online (made in Brescia) per lavorare in sicurezza

  • La scuola che guarda al futuro: a Lonato e Iseo arriva TecnicaMente

  • Unibsdays: una giornata (online) dedicata al futuro dell'università

Torna su
BresciaToday è in caricamento