Più di 1.000 scuole per il progetto delle Avanguardie educative

Il Movimento delle Avanguardie educative ha raggiunto e superato quota mille scuole aderenti: l'innovazione in classe passa anche da Brescia e provincia

Il Movimento delle Avanguardie educative per la scuola ha raggiunto e superato la quota delle mille adesioni: ad oggi sono 1.006 gli istituti aderenti in tutta la penisola, e tra questi ci sono anche una quindicina di scuole bresciane. L'identikit delle oltre mille scuole del Movimento si racconta con 344 istituti di città e 662 in provincia: 263 sono le scuole del Nord, 235 quelle del Centro e infine 508 quelle del Sud e delle isole.

Le Avanguardie educative

Avanguardie educative è un progetto di ricerca-azione nato dall’iniziativa autonoma di Indire, l'Istituto nazionale documentazione innovazione ricerca educativa che dal 1925 indaga e sostiene le esperienze educative più avanzate nel territorio nazionale, con l’obiettivo di investigare le possibili strategie di propagazione e messa a sistema dell’innovazione nella scuola italiana, tenendo particolarmente conto dei fattori abilitanti e di quelli che ne ostacolano la diffusione.

Il progetto si è poi trasformato in un vero e proprio Movimento – ufficialmente costituito il 6 novembre 2014 a Genova – aperto a tutte le scuole italiane; la sua mission è quella di individuare, supportare, diffondere, portare a sistema pratiche e modelli educativi volti a ripensare l’organizzazione della Didattica, del Tempo e dello Spazio del ‘fare scuola’ in una società della conoscenza in continuo divenire.

Gli obiettivi del Movimento

Il Movimento delle Avanguardie Educative nasce con l’obiettivo di individuare, diffondere e portare a sistema pratiche e modelli educativi, già attivi o sperimentati, consentendo agli istituti scolastici che aderiscono di avviare un percorso di trasformazione dell’organizzazione della didattica, del tempo e dello spazio del “fare scuola”. Le scuole sperimentano una o più delle 18 “idee” presenti nella “Galleria delle Idee per l’innovazione”, un luogo in cui sono raccolte esperienze verificate direttamente nelle scuole italiane e che sono oggetto di ricerca continua per Indire. L’innovazione, quindi, si realizza attraverso pratiche e modelli educativi che provengono dagli istituti scolastici e sono trasferibili e sostenibili in altri contesti.

Le scuole bresciane

Questo l'elenco completo degli istituti bresciani aderenti: in città a Brescia Santa Maria degli Angeli, l'Istituto comprensivo Centro 3, l'istituto Sraffa, il liceo Veronica Gambara. In provincia il San Bernardino di Chiari, l'Istituto comprensivo di Castegnato, l'Istituto comprensivo di Bienno, il Monte Orfano di Cologne, il Giuseppe Bortolotti di Gavardo, l'Istituto comprensivo della Valtenesi di Manerba, l'istituto Madonna della Neve di Adro, infine a Desenzano l'Istituto comprensivo Desenzano 1, il Bazoli-Polo, il liceo Bagatta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non solo il "classico": viaggio nel miglior liceo della provincia di Brescia

  • "Opportunità Giovani": al via anche a Brescia il programma di formazione McDonald's

  • Scuola: ecco quando aprono le iscrizioni per l'anno scolastico 2020/2021

  • Inaugurazione dell'anno accademico: in Università arriva anche il ministro Bonetti

  • Geometri cercasi per la Provincia di Brescia: opportunità di stage per neodiplomati

  • Università di Brescia: nuovo Master in "Automazione sostenibile e intelligente"

Torna su
BresciaToday è in caricamento