Formazione professionale in Lombardia: fissato il calendario degli esami

Esami al via da giugno in Lombardia per gli istituti e i centri di formazione professionale: non ci saranno le classiche tre prove ma un solo colloquio orale

La Regione Lombardia ha approvato le disposizioni per lo svolgimento degli esami di qualifica e di diploma di istruzione e formazione professionale nell'anno formativo 2019/2020. E' stato infatti emanato il decreto che stabilisce le disposizioni straordinarie per lo svolgimento degli esami finali dei percorsi triennali per il conseguimento del titolo di Qualifica professionale e dei percorsi quadriennali e di IV anno per l'acquisizione del titolo di Diploma professionale. 

Esami più semplici e date flessibili

“La situazione che stiamo vivendo da mesi – commenta l’assessore regionale all’Istruzione Melania Rizzoli – ha messo in grave difficoltà anche le migliaia di ragazzi che frequentano i corsi di formazione professionale regionale e si apprestano a concludere il proprio percorso dopo anni di studio e sacrifici”. 

In via straordinaria, fa sapere l’assessore, gli esami conclusivi dell’anno formativo 2019/2020 seguiranno alcune “misure eccezionali”, che dovranno rispondere “alle sfide di questo periodo introducendo una semplificazione degli esami e una flessibilità su date e modalità di svolgimento”.

Un solo colloquio al posto delle tre prove

Le usuali tre prove - di base, professionale e il colloquio - saranno sostituite da un unico colloquio orale, volto a verificare la padronanza delle competenze normalmente esaminate nelle tre prove: culturale di base, professionale e orale. Gli studenti potranno presentare un 'projectwork', un manufatto o cosiddetto 'capolavoro' a documentazione del percorso svolto.

Il colloquio sarà svolto preferenzialmente in presenza, nel rispetto delle condizioni di sicurezza (distanziamento fisico, utilizzo dei dispositivi, sanificazione dei locali e degli strumenti), fatto salvo eventuali ulteriori disposizioni governative e regionali.

Colloqui in via telematica in caso di necessità

In caso non fosse possibile garantire le condizioni di sicurezza, sarà allora consentito lo svolgimento del colloquio nella modalità a distanza, in via telematica. La medesima soluzione andrà adottata qualora l’alunno o i suoi conviventi si trovino in particolari situazioni di fragilità o di rischio. 

L’emergenza sanitaria, ricordiamo, rientra tra le specifiche casistiche di gravi e motivate situazioni che permetteranno di ammettere gli allievi agli esami anche senza il 75% delle ore di frequenza: saranno mantenuti la struttura e i complessivi dei punteggi previsti.

Il calendario degli esami: si parte a giugno

E’ prevista la possibilità di sessioni d’esame già a giugno, sia per gli allievi dei percorsi di IeFP realizzati dalle Istituzioni formative sia per gli allievi dei percorsi di IeFP erogati dagli Istituti professionali in sussidiarietà. Questa possibilità è estesa anche ai mesi di luglio e settembre.  In aggiunta, per gli apprendisti, saranno previste ulteriori due sessioni straordinarie, a dicembre e marzo 2021.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come prenotare gratuitamente i tamponi Covid per gli studenti

  • Parlano gli studenti: a scuola "ansia e stress", bocciati 6 professori su 10

  • Istituti tecnici superiori in provincia di Brescia: la nuova offerta formativa

  • "Eureka! Funziona!": a scuola di imprenditorialità, premiate 3 classi bresciane

Torna su
BresciaToday è in caricamento