Stone Brixia Man Extreme Triathlon attraversa la Val Camonica

Foto: sito ufficiale evento

Sabato 9 luglio la Valle Camonica, dal Sebino fino al Passo Paradiso, ospiterà l’edizione zero della STONE BRIXIA MAN EXTREME TRIATHLON. Una gara di triathlon (nuoto + bici + corsa) per veri stone-men dato che rientra nella categoria extreme: gli atleti dovranno infatti percorrere 3,8 km a nuoto, 180 km in bicicletta e 42,195 km di corsa per un dislivello totale di oltre 6.000 metri.

L’idea nasce da DGG DecisamenteGGiovani, società di imprenditori bresciani nata alcuni anni fa dopo la comune esperienza dei suoi membri all’interno dell’Associazione Industriale Bresciana e già attiva sul territorio con importanti iniziative rivolte ai giovani, che in collaborazione con Zerotrenta Triathlon Brescia, squadra di triathlon della Leonessa d’Italia, ha sviluppato e proposto questa nuova competizione.

L’organizzazione della gara è concepita per fornire all’atleta una esperienza emozionante e unica nel suo genere, con caratteristiche che la differenziano da tutte le altre gare, dove al centro di tutto sarà l’atleta che dovrà preoccuparsi solo di affrontare il durissimo percorso ed assaporare le emozioni derivanti dalla splendida cornice in cui è immerso.

La gara sarà lunga e difficile, il dislivello totale supererà i 6000 metri: in bicicletta si raggiungono i 2621 metri s.l.m. e l’arrivo è posto al Passo Paradiso anch’esso ad una quota di 2600 metri s.l.m.

A questa edizione zero della competizione si sono iscritti 80 atleti provenienti da tutto il mondo: Italia, Francia, Grecia, Svezia, Norvegia, Repubblica Ceca, Gran Bretagna, Danimarca, Belgio, Brasile e Germania sono le nazioni rappresentate. Sono attese grandi prestazioni da Peter Ooem e Mauro Ciarrocchi. Fra gli iscritti anche 4 donne di cui due bresciane (Sara Tavecchio e Cristina Cominardi).

IL PERCORSO

1° frazione: il NUOTO

La partenza della frazione natatoria avverrà da una chiatta posta al centro dell’attraversamento tra Sulzano e Peschiera Maraglio sul lago d’Iseo alle 4 del mattino. L’inizio della frazione a nuoto si svolgerà al buio, l’indicazione della direzione sarà luminosa ed inequivocabile. La sicurezza, in particolare all’inizio della frazione, ma durante tutto il percorso sarà prioritaria per gli organizzatori. Si nuoterà in direzione nord costeggiando il lato est di Montisola. Si nuoterà tenendo l’Isola di Loreto (posta a nord di Montisola) alla propria destra, per portarsi all’uscita dall’acqua posta a Marone.

2° frazione: la BICICLETTA

Da Marone si percorrerà la pista ciclabile Vello-Toline, si imboccherà la Valcamonica a Pisogne raggiungendo Edolo, di seguito il percorso porterà verso il passo Aprica, poi verso la località Trivigno per raggiungere il passo Mortirolo. Discesa fino a Monno, dove svoltando a sinistra si imboccherà la salita fino a Ponte di Legno. Dopo un passaggio nel centro del paese gli atleti dovranno affrontare il passo Gavia, una vota giunti in cima si ritornerà a Ponte di Legno lungo la stessa strada. In una delle piazze di Ponte di Legno sarà posto il T2 (si tratta della zona cambio in cui gli atleti potranno ritrovare la propria sacca con il necessario per affrontare l’ultima parte della gara).

3° frazione: la CORSA

Il percorso run partirà da Ponte di Legno: durante i primi 20 chilometri circa il dislivello sarà moderato anche se i concorrenti dovranno affrontare anche salite impegnative. Si raggiungeranno gli abitati di Zoanno e Precasaglio, per poi salire a Villadalegno attraverso una suggestiva mezzacosta con vista sull’Adamello e sull’abitato di Ponte di Legno.

Dopo una impegnativa discesa si attraversa l’abitato di Temù per immettersi in un’altra mezzacosta dalla parte opposta della valle, attraverso la quale si raggiungerà la Val Sozzine per poi ripassare attraverso l’abitato di Ponte di Legno.

Da qui inizierà la vera ascesa verso l’arrivo: si salirà fino alla suggestiva frazione di Pezzo per poi proseguire in un tratto verso Case di Viso e si girerà infine verso la località Vescasa. Gran parte del dislivello verso il passo del Tonale a quel punto sarà già stato percorso. Una volta raggiunto il Passo del Tonale, ogni atleta dovrà obbligatoriamente essere accompagnato da un supporter facente parte del suo team dell’atleta. Si dovrà raggiungere il Passo Paradiso attraverso la salita nota come “il Cantiere”.

ARRIVO

Al Passo Paradiso si trovano un rifugio con bar e Ristorante, e l’arrivo di una cabinovia che potrà portare in quota il pubblico e gli amici degli atleti.

Gli ultimi 100 metri non potranno essere percorsi dal supporter dell’atleta che dovrà tagliare da solo il traguardo.

I RISTORI

Sia durante il percorso in bicicletta che durante la corsa saranno organizzati dei punti di ristoro con tutto il necessario per una gara estrema come lo Stone Brixia Man.

Durante il percorso in bici non è ammesso il supporto da parte del team dell’atleta.

Durante il percorso run è invece permesso dopo il secondo passaggio da Ponte di Legno.

La starting list completa è scaricabile dal sito www.stonebrixiamanxtri.com

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sport, potrebbe interessarti

I più visti

  • Riapre il Parco Giardino Sigurtà e festeggia i dieci anni del Labirinto

    • dal 23 aprile al 7 novembre 2021
    • Via Cavour, 1, 37067 Valeggio sul Mincio
  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo
  • Castello di Padernello: visite su prenotazione

    • dal 1 al 31 maggio 2021
    • Castello di Padernello
  • Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

    • Gratis
    • dal 14 al 15 maggio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BresciaToday è in caricamento