Mercoledì, 16 Giugno 2021
Eventi

Verona: dal 6 al 9 aprile 112 bresciani alla 'carica' del Vinitaly

Torna a Verona l'appuntamento mondiale con il salone dei vini e dei distillati: dal 6 al 9 aprile la 48ma edizione di Vinitaly, in cui ancora una volta i bresciani saranno protagonisti, con 112 cantine a VeronaFiere

Foto ennevi

Manca davvero pochissimo alla grande inaugurazione della 48ma edizione di Vinitaly, il più importante salone mondiale dedicato al vino e ai distillati con oltre 4mila espositori presenti su una superficie di 100mila metri quadrati. Il punto di riferimento per la promozione commerciale, ma anche culturale, del prodotto enoico sui mercati globali: dal 6 al 9 aprile a Verona, negli spazi di VeronaFiere, sono attesi circa 150mila visitatori, di cui 50mila operatori esteri provenienti da circa 120 Paesi.

Tra le novità assolute di quest’anno sicuramente ‘Vininternational’, nel segno della parola chiave del decennio, internazionalizzazione, accompagnato dallo spazio ‘International Buyers’ Lounge’, la nuova area per il b2b ‘Wine&Spirit’ pensata per gli operatori esteri presenti in fiera. ‘Vininternational’ sarà invece dedicato alla presenza ‘organica’ degli espositori esteri, all’interno di un padiglione che ne ospiterà 80 provenienti dai principali Paesi produttori di vino.

Al debutto anche ‘VinitalyBio’, il salone specializzato riservato ai vini biologici certificati: l’intento, spiegano da VeronaFiere, è quello di valorizzare le produzioni enologiche ‘made in UE’, anche per rispondere ad “una precisa domanda del mercato”, e in particolare dal Nord Europa, dal Nord America, dall’Estremo Oriente.

Tra le occasioni da non perdere anche l’esclusivo appuntamento con il vero e proprio ‘Fuori-Vinitaly’, il ‘Vinitaly and the city’ dedicato ovviamente a tutti gli appassionati del buon cibo e del buon vino, e che avrà come location il Palazzo della Gran Guardia, in centro a Verona, domenica 6 e lunedì 7 aprile, dalle 17.30 alle 23.

Nei giorni di fiera, come ogni anno, andranno in scena anche Sol&Agrifood con Enolitech, i due saloni che completano l’offerta di Vinitaly con l’eccellenza del food e delle tecnologie per la viticoltura, l’enologia e l’olivicultura made in Italy. Non mancheranno poi gli ospiti bresciani, presenti a Verona con ben 112 cantine ad ‘occupare’ tutto lo spettro dei consorzi nostrani, dal Lugana al Franciacorta, dal Valtenesi al Monte Netto.

Riflettori puntati dunque sulla nuova edizione di Franciacortando, presentata già questo lunedì, lo stesso giorno in cui il Consorzio Valtenesi aprirà le ‘danze’ con ‘Appuntamento in Rosa’, una mattinata intera dedicata all’eccellenza del Chiaretto, con le ultimissime anticipazioni sull’evento ‘rosato’ per antonomasia, l’Italia in Rosa che come ogni anno si riproporrà ai primi di giugno, a Moniga del Garda.

Sfida lanciata, ancora una volta, in quello che molti considerano l’ultima ‘vera’ industria all’italiana: il comparto agroalimentare infatti vede l’export made in Italy in crescita, con 33 miliardi di euro nel 2013 di cui un quinto dalla filiera vitivinicola e da quella olearia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona: dal 6 al 9 aprile 112 bresciani alla 'carica' del Vinitaly

BresciaToday è in caricamento