Vinitaly 2012 - Consorzio Garda Classico: «Parola d’ordine? Valtenesi!»

Dopo il Chiaretto a settembre sarà la volta del Rosso: due DOC straordinarie, presentate in anticipo al Vinitaly. Mentre già si contano i giorni per due eventi da non perdere, la Fiera di Polpenazze e Italia in Rosa

Una nuova denominazione, un nuovo logo e un nuovo vino, il Valtenesi Chiaretto. E la grande attesa per il secondo passaggio, lo step successivo, il Valtenesi Rosso DOC che riceverà la sua consacrazione a partire dal prossimo settembre. Questo è il Consorzio Valtenesi Garda Classico che torna a Vinitaly per far parlare di sé, per raccontare la sua storia e i suoi sapori, per far conoscere a un pubblico internazionale le sue produzioni e i suoi vitigni. “Il Vinitaly rappresenta il primo e importante banco di prova internazionale per la nuova DOC – racconta infatti Sante Bonomo nel corso della conferenza stampa di presentazione allo stand del Consorzio – Un vino che nasce da una vocazione antica, una produzione che attorno a sé ha già un grande interesse e una grande attrattiva. La nostra è una cultura enologica che non nasce certo oggi, ma arriva da molto lontano. Stiamo ritrovando le dimensioni della nostra storia, della nostra vita, insieme agli elementi distintivi che ci rendono unici nel panorama mondiale”.

Una sola vocazione, il vino, per una storia che comincia addirittura nel 1300 (con il primo Groppello) e prosegue oggi con le prime 200mila bottiglie del nuovo Valtenesi Chiaretto, e l’obiettivo dichiarato di arrivare almeno a tre milioni, raddoppiando la produzione anno dopo anno. Oltre alle sei milioni di bottiglie già prodotte nel solo 2011. “Clima, suolo, uomini e competenze – aggiunge Mattia Vezzola – e tutto intorno un interesse enorme, e grandi possibilità di crescita. Una crescita che significa turismo, e turismo di qualità, legato alla storia e all’enogastronomia. Potenzialità straordinarie, per cambiare il profilo culturale e sociale di un intero territorio”.

Tante degustazioni mirate, tanti assaggi. E un esclusivo Fuori Vinitaly, andato in scena ieri sera a Piazza Arditi a Verona. Anteprime su anteprime, da San Valentino in poi, mentre già si contano i giorni per gli eventi clou del Garda Classico, la Fiera di Polpenazze prima e Italia in Rosa poi. “Lo possiamo dire con orgoglio, la parola d’ordine è Valtenesi! – spiega infatti Luigi Alberti – L’era delle sagre di paese è ormai finita, noi dobbiamo continuare per questa strada, tutti uniti e tutti insieme. La promozione del territorio e delle sue bellezze, delle sue produzioni e delle sue eccellenze, come il Chiaretto e il Groppello. Italia in Rosa quest’anno durerà anche un giorno in più, un riferimento importante per tutta la Provincia, per tutta l’economia bresciana”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un percorso che coinvolgerà le piazze e i paesi, con degustazioni guidate e manifestazioni di richiamo, anche per la prossima estate. Accanto ai concorsi enologici l’importanza di vetrine di questo tipo, occasioni uniche per le aziende del territorio, per il Consorzio, per tutta la Valtenesi. “La Provincia di Brescia vi starà vicina, anzi vicinissima – conclude l’assessore provinciale Gianfranco Tomasoni – Novità e tradizioni, qualità e produzioni in costante miglioramento. Questo è un biglietto da visita straordinario, in questo modo il turismo lo possiamo cambiare davvero”. Il conto alla rovescia è cominciato: “Non vediamo l’ora di tuffarci in questa eccezionale avventura!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente: Giulia e Claudia morte in un terribile frontale

  • Strade sommerse da un'incredibile grandinata: servono le ruspe per liberarle

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

  • Violenta rissa, ragazzino picchiato e lasciato ferito in mezzo alla strada

  • Drammatico schianto frontale nella notte: morte due ragazze

Torna su
BresciaToday è in caricamento