The Matt Project lanciano Overnight: "L'antidoto a questi tempi bui e distanti"

Il countdown volge al termine: sarà disponibile da venerdì 13 novembre “Overnight”, il nuovo singolo di The Matt Project

Un antidoto soul-funk “contro questi tempi bui e distanti”, tra groove morbidi e atmosfere retrofuturiste, quasi “un viaggio dagli anni '80 al 2020 a bordo di una DeLorean o, a seconda dei gusti, di una Ferrari bianca stile Miami Vice”. Parola di Jury Magliolo (voce, basso e tastiere), Carlo Poddighe (voce e chitarra) e Matteo Breoni (batteria), gli scatenati componenti (un po' bresciani e un po' veronesi) di The Matt Project: countdown a pieno ritmo per “Overnight”, disponibile dal 13 novembre, il nuovo singolo che anticipa l'uscita del quarto (e omonimo) album in studio della band, fissata invece per il 15 dicembre.

Non solo audio: è in arrivo anche il videoclip

Registrato e masterizzato al Poddighe Studio di Brescia, prima che divampasse l’emergenza Coronavirus e il conseguente stato d’isolamento, si può ascoltare su Spotify, I-Tunes e su tutte le piattaforme digitali. E per gli amanti del visual, è in dirittura d'arrivo anche il videoclip, girato sempre al Poddighe Studio “per restituire un impatto sonoro ancora più vivido e intenso”.

Nota per gli appassionati: il nuovo disco “Overnight” è già disponibile in pre-order anche in versione vinile: 10 tracce, tutte cantate in inglese, che definiscono l'evoluzione stilistica e sonora di The Matt Project. Fieramente analogica, ma non nostalgica: “In questo nuovo album – spiegano – abbiamo cercato di fondere e rielaborare gli echi della musica che amiamo, e quindi il glam rock, Prince, Michael Jackson, Sly & The Family Stone, Mark Ronson, Arctic Monkeys, trasportandoli verso nuovi orizzonti”.

The Matt Project: pillole biografiche

Avventurieri in bilico tra soul, funk e pop-rock, The Matt Project sono Jury Magliolo (voce e polistrumentista, terzo classificato a XFactor 2009; ha aperto concerti per Jamiroquai, Alicia Keys e molti altri, l’anno scorso è stato corista per Renato Zero nell’ambito di “Zero il folle tour”), Carlo Poddighe, chitarra e voce (già collaboratore di Roman Coppola, il figlio di Francis, e parallelamente impegnato anche come chitarrista di Omar Pedrini) e Matteo Breoni, alla batteria. 

Internazionali per attitudine, influenze e ispirazioni, The Matt Project si sono esibiti in tutta Europa e a New York, spesso come headliner nel leggendario "The Bitter End", club dove hanno suonato mostri sacri tipo Bob Dylan, Stevie Wonder, Carole King, fino a Lady Gaga. Sempre a New York, nello studio di Steve Greenwell (produttore di Joss Stone), la band ha inciso i primi due dischi, mentre il terzo, “Silver Linings” (2017), è stato registrato in Italia al Poddighe Studio di Brescia, ed è uscito nel 2017. A marzo 2020 è uscito "Running from the beast", primo singolo estratto dal nuovo disco, la cui uscita è fissata appunto per il 15 dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

Torna su
BresciaToday è in caricamento