Tenute La Montina: la Piccolina e il Franciacorta, da scoprire e assaporare

Al Vinitaly 2012 il grande successo degli spazi franciacortini. Ricerca della qualità, innovazione e sviluppo, prodotti d'eccellenza tutti da gustare: alle Tenute La Montina la nuova Piccolina (Brut) da 0,375 litri

Una bottiglia così forse non si era mai vista. Un formato totalmente differente, al di fuori dei classici canoni, e un nome che la rappresenta al meglio, la Piccolina. Una bottiglia di Franciacorta Brut da 0,375 litri, una novità tutta da scoprire che abbiamo golosamente assaggiato all’ultimo Vinitaly, conclusosi alla grande lo scorso 28 marzo, quasi 200mila visitatori e un risultato complessivo che batte ogni precedente edizione. Grazie a spazi gestiti egregiamente come il PalaExpo dedicato alla Lombardia, e agli stand (con annesso record di presenze) della Franciacorta.

Proprio là ci siamo fermati, alle Tenute La Montina, celebre cantina franciacortina con sede a Monticelli Brusati, in Via Baiana. E che proprio in questi giorni ha inaugurato una mostra da non perdere, magari degustandola con gli occhi e con il palato, con un bicchiere di vino. “Il nostro Franciacorta Brut, la nostra eccellenza – ci spiega Michele Bozza – La vendemmia è del 2009, gli uvaggi un 85% di chardonnay e un 15% di pinot nero. E poi la Piccolina, un formato tutto nuovo ma che è già più che apprezzato, e si piazza benissimo in quel segmento un po’ scoperto, le coppie giovani, i single. Quelli che a cena non vogliono rinunciare al bicchiere di vino, e che si accontentano di un consumo più ridotto”.

Una bottiglia di vino forse è troppo, visto che ormai si sa, quando si guida è meglio bere poco. La Piccolina in questo caso ci viene un po’ in aiuto, 10mila bottiglie per la prima tiratura e già il 70% di prenotazioni, tra enoteche e ristoratori, in un circuito di qualità. Un buon 2011, e un 2012 cominciato nel migliore dei modi. “Il successo della Franciacorta è un successo meritato – continua Bozza – Raccogliamo i frutti di un duro e serio lavoro, di una continua ricerca della qualità e dell’eccellenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Lo conferma la scelta di Ita.Ca, per il controllo delle emissioni, lo conferma il successo dell’export nel 2011, tra Giappone e Stati Uniti, senza dimenticare il ‘feudo’ londinese. E ce lo dice con un sorriso anche un tale Luca Sardella, che allo stand si è fermato per curiosità e per comune passione, insieme alla bella Janira Majello. Quando il vino vale davvero se ne accorgono in tanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 5 aprile 2020

  • Coronavirus, cresce la mobilità in Lombardia: "Si spostano decine di migliaia di persone"

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 4 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 3 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento