Montichiari: Festival Internazionale di Danza Orientale

Montichiari. Torna il Festival Internazionale di Danza Orientale: il 27 e 28 gennaio, star internazionali e bravissime danzatrici italiane si alterneranno nei workshop e sul palco, per promuovere la conoscenza e una buona convivenza tra le culture d’Oriente e d’Occidente, attraverso la danza e la musica.

Tutti i grandi ospiti, insieme a Samara Raks e ad altre danzatrici daranno vita al Gala Internazionale di Danza Orientale, grande spettacolo in programma sabato 27 gennaio alle 21.30 al Teatro Gloria di Montichiari (BS). (Info e biglietti: segreteria Festival 335.5719014).

Organizzato dalla Maestra Samara “Serpente del Nilo*, (danzatrice e coreografa di origine egiziano-marocchina e fondatrice dell’omonima scuola a Brescia, dove vive da anni), il Festival inizierà sabato 27 gennaio all’Hotel Garda di Montichiari, con una serie di stage che vedranno protagonisti autentici campioni come Vaagn Tadevosyan, coreografo russo-armeno, collezionista di premi in vari concorsi internazionali, Andrea Fernandez, danzatrice e coreografa argentina famosa in tutto il mondo per i suoi irresistibili spettacoli di flamenco arabo e danza del ventre; Matias Hazrum, argentino di origine siriana, percussionista e musicista, numero uno al mondo nell’”Arabic Percussion”, autore delle musiche di maggior successo che accompagnano i grandi spettacoli di danza orientale nel mondo; Sneha Mistri, maestra indiana, indiscussa regina del Bollywood, danza “dell’allegria” che insegna in tutto il mondo; la stupenda Angelina Masud, affermata danzatrice che insegna a Santiago de Compostela e vincitrice di più concorsi a livello europeo; Saida, danzatrice cresciuta in Marocco e affermatasi in Sicilia, a Modica, dove guida un’importante scuola di danza orientale; l’italiana Grazia Manetti, ideatrice del Living tribal dance, stupenda interprete e maestra dello stile Tribal. Insieme a loro sul palco anche Samara “Serpente del Nilo”, organizzatrice del Festival, ma soprattutto eccezionale performer solista di danza del ventre.

“Sono molto contenta di essere riuscita ad assicurarmi la presenza di questi artisti e maestri – dice Samara che ha ideato e organizzato il Festival- “Non è facile concentrare in un solo weekend tanta qualità. E’ davvero un Festival di altissimo livello quello che ci apprestiamo a vivere.”

Domenica 28 gennaio, oltre ai work shop dedicati ai vari stili, che si svolgeranno per tutto il giorno all’Hotel Garda, tutti i maestri si ritroveranno per la Competizione internazionale e cena marocchina al Ristorante Sultan di Brescia (ore 21.00), dove si esibiranno ballerini e danzatrici da tutto il mondo, con la giuria internazionale che sarà composta da: Vaagn Tadevosyan, Andrea Fernandez, Matias Hazrum e dalla maestra italiana Marina Nour.

Grazie a personaggi di questo calibro, l’arte della danza orientale non ha confini e sta conquistando consensi in tutto il mondo e in Italia è in continua espansione. La danza del ventre, in particolare, “nata dalle donne per le donne” è bellissima da vedere e ha molti effetti benefici per chi la pratica. Si parlerà anche di questo nel corso dei workshop previsti.

(Info e biglietti: segreteria Festival 335.5719014).

Samara “Serpente del Nilo”, biografia

Samara è una danzatrice a livello internazionale, coreografa, insegnante di danza orientale e assistente della famosa Raqia Hassan.

Di origine egiziana e marocchina si dedica sin da bambina alla cultura della danza orientale, approfondendo gli studi con maestri di danza di grande levatura e prestigio e conseguendo diversi diplomi dell'accademia di danza egiziana con: Kamal Naim, già maestro della famosa Nagwa Fouad; Mohamad Khalil, Zizi Mostafa, Zaza Hassan, diventando la prima insegnante dello stile di Samia Gamal, dello stile raqs sharqi, e del folklore arabo.

Ha partecipato a vari spettacoli di danza orientale sia in Italia che all'estero tra i quali: il grande Festival del Cairo Ahlan Wa Sahlan dove ha avuto un grande successo ricevendo i complimenti dai grandi maestri di cultura e danza orientale come: Raqia Hassan, Mona El Saeed, Randa Kamlel, Asmahan, Kamal Naeem, Dr. Mo Geddawi, Momo Kadus, Zaza Hassan, Yousri Sharif, Nagwa Fuoad, Lucy, Dina e Nagwa Soltan, e altri festival tra cui il Kouzlo Orientu a Praga, Reves d’Orient a Rabat in Marocco e il Congresso Internazionale di danze orientali di Riccione. E’ Stata inoltre giudice di gara al Festival di Hveda Orientu, in Repubblica Ceca.

Ha fondato la compagnia di ballo “Il Serpente del Nilo” con cui fa spettacoli in piazze e teatri. La grazia e la perfezione tecnico artistica, nonché la capacità interpretativa, la rendono ad oggi la danzatrice più ricercata, capace di trasmettere la bellezza e la cultura della sua terra.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo
  • Centro Teatrale Bresciano: "Gli infiniti mondi", stagione 2020-2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 30 maggio 2021
    • Teatro Sociale -Teatro Mina Mezzadri
  • Bedizzole: guida all'ascolto, le nove sinfonie di Beethoven

    • dal 1 ottobre 2020 al 10 giugno 2021
    • BAM BEDIZZOLE ACADEMY OF MUSIC
  • Brescia: "Gli infiniti mondi", la stagione CTB 2020 - 2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Sociale
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BresciaToday è in caricamento