Ponte di Legno: "Passi nella neve"

Luca Zingaretti, l’evento al Lagoscuro, le narrazioni in cammino e proiezioni storiche per la nona edizione di "Passi nella Neve"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Da domenica 3 agosto a domenica 17 agosto torna Passi nella neve, la manifestazione, giunta alla sua nona edizione, che si prefigge lo scopo di ricordare e commemorare le vicende della Prima Guerra Mondiale. Nell'anno che segna l'inizio delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra, Passi nella neve entra a far parte dell'ampio progetto Adamello Guerra e Memoria promosso dai Comuni di Ponte di Legno e di Temù insieme all'Unione Comuni di Alta Valle Camonica in collaborazione con il Consorzio Comuni B.I.M. di Valle Camonica, la Comunità Montana di Valle Camonica e del Distretto Culturale di Valle Camonica, riconosciuto anche dal Parco dell'Adamello e dal Parco Nazionale dello Stelvio; partner dell'iniziativa sono la Sezione A.N.A. di Valle Camonica e l'Eco Museo di Alta Valle Camonica; collaboratore il Museo della Guerra Bianca in Adamello. L'esperienza di Passi nella neve s'inserisce perfettamente nell'abito degli emotional events che verranno proposti fino al 2018 da Adamello Guerra e Memoria: negli anni passati Marco Paolini, Luigi Lo Cascio, Michele Placido, Maria Paiato, Lella Costa, Sergio Rubini, Alessandro Baricco, Erri De Luca, Gioele Dix, Pamela Villoresi e Fabrizio Bentivoglio, solo per citarne alcuni, hanno affrontato la sfida di raccontare la guerra nei luoghi dov'è stata vissuta, combattuta e sofferta. I tanti appassionati di montagna e di teatro potranno rivivere anche quest'anno l'indimenticabile esperienza delle edizioni passate: il lungo cammino per raggiungere il luogo di spettacolo percorso fianco a fianco, lo sfondo delle trincee della Prima Guerra Mondiale e il silenzio quasi surreale della montagna nelle prime ore del mattino.

La nona edizione sarà inaugurata dall'atteso appuntamento di domenica 3 agosto alle ore 8.30 del mattino. A Costa di Casa Madre, alla Baracca delle Fortificazioni (Ponte di Legno/Tonale, 2300 mt circa), Luca Zingaretti ne Il colore del piombo leggerà alcune tra le pagine più belle di un diario militare: Il sorriso dell'obice, ovvero le lettere di Walter Giorelli, giovane pittore romano, inviato al fronte. La corrispondenza del pittore è stata ritrovata fortunosamente da Dario Malini, storico e scrittore vivente, che ne ha curato la pubblicazione. Nelle lettere alla famiglia, Giorelli racconta l'entusiasmo dei compagni e della gente comune nel momento dell'entrata in guerra, i periodi di addestramento e la vita al fronte, fino al disincanto crescente giorno dopo giorno. Una storia che tocca nel profondo e sorprende per l'ampiezza della riflessione e la vibrante (ma mai urlata) carica antimilitarista. Partecipazione gratuita previo ritiro coupon (vedi box info).

Il programma di Passi nella neve quest'anno si arricchisce inoltre di un'importante novità: le narrazioni in cammino con Davide Sapienza. Scrittore, traduttore, giornalista, viaggiatore e lettore, Sapienza è anche un camminatore dalla lingua sciolta: durante il percorso, il pubblico si soffermerà ad ascoltarlo narrare storie, leggere passi letterari sulla prima guerra e osserverà la montagna con sguardo diverso, invitato a viverla cogliendone aspetti inconsueti. Appuntamento dunque sabato 9 agosto a Temù con Destinazione Garibaldi: partenza alle 8.30 da Malga Cadea (1584 mt) e arrivo al Rifugio Garibaldi (2.550 mt circa); lungo la valle sarà ripercorsa la storia del famoso "ippopotamo", il cannone che ora si trova su Cresta Croce, che subì un difficile trasporto sotto la neve del 1916: furono decine le vittime di una valanga che travolse tutto, ma in tre mesi fu portato a destinazione, al Passo del Venerocolo (mt 3.236) sopra il rifugio. Lunedì 11 agosto a Ponte di Legno/Tonale, la seconda narrazione in cammino: Città morta, memoria viva, con partenza dalle 8.30 dal Sacrario Militare del Passo Tonale (1884 mt) e arrivo alla Città Morta (2500 mt circa), ovvero le rovine del villaggio austriaco a ridosso della prima linea, da dove i soldati si muovevano verso gli avamposti. Dopo una sosta nella città morta e un cammino del silenzio tra le rovine, si scenderà entrando in un ambiente alpino, caratterizzato da lariceti di straordinario pregio: una straordinaria visione del fronte, per comprendere la scelta di questo imponente insediamento militare.

Inoltre, domenica 10 agosto alle ore 11.30 torna, seppur in veste diversa ed inserito quest'anno nel programma di Passi nella neve, l'appuntamento promosso negli anni precedenti dal Comune di Pontedilegno in collaborazione con l'Associazione Amici di Capanna Lagoscuro. Proprio il Passo di Lagoscuro (Ponte di Legno, 2970 mt. circa) sarà lo scenario di Prima che cadano le foglie. Letture e musiche dalla Prima Guerra, con Luciano Bertoli e Davide Bonetti alla fisarmonica. La narrazione, attraverso alcune lettere dal fronte, pagine di diari dei soldati, canzoni e musiche dell'epoca, riproporrà emozioni e sentimenti di giovani che sacrificarono la vita per l'indipendenza e l'unità dell'Italia: pagine nate dalla putredine e scritte intorno alle trincee con le urla dei feriti nelle orecchie e davanti agli occhi i cadaveri dei compagni caduti.

Ulteriore novità dell'edizione 2014 di Passi nella neve saranno due momenti di approfondimento storico con proiezione di filmati, organizzati in collaborazione con il Museo della Guerra Bianca in Adamello: lunedì 11 agosto alle ore 21, nella Sala Consiliare del Comune di Ponte di Legno, John Ceruti e Davide Sapienza presenteranno e commenteranno la proiezione del documentario Scemi di guerra di Enrico Verra, che narra l'esperienza della prima guerra mondiale da una prospettiva raramente indagata: gli effetti devastanti della guerra di trincea sulla psiche dei soldati. Domenica 17 agosto alle ore 21 al Museo della Guerra Bianca di Temù, la grande competenza di Walter Belotti (presidente del Museo) introdurrà il pubblico alla visione di alcune delle preziose testimonianze video, come il docu-film Tra i ghiacci e le nevi del Tonale girato in Adamello, ed alcuni stralci dell'opera di Luca Comerio, pioniere del documentario e dell'industria cinematografica italiana che nel 1917 fu nominato direttore tecnico della Sezione Cinematografica del Regio Esercito Italiano.

INFORMAZIONI GENERALI fino a giovedì 31 luglio da lunedì a venerdì ore 11,30/13

tel. 030.3759792 www.passinellaneve.it - info@passinellaneve.it

Crediti

direzione artistica Vittorio Pedrali

coordinamento organizzativo degli spettacoli Eureteis - Brescia

con la collaborazione di Francesca Zini Elisa Lancini

e l'aiuto di Eleonora Bonfadini, Hillary Ghidini e Andrea Comincini

ufficio stampa Alice Gussoni

Passi nella neve da un'idea di Carla Bino, Francesco Gheza, Giancarlo Maculotti

si ringraziano tutti coloro che ci hanno offerto la loro preziosa collaborazione

Passi nella neve fa parte del progetto Adamello Guerra e Memoria

l'immagine di PASSI NELLA NEVE 2014 trasporto di un ferito su barella montata sugli sci è gentilmente concessa da © Archivio Fotografico del Museo della Guerra Bianca in Adamello - www.museoguerrabianca.it

grafica noiseadv.it

Programma:

domenica 3 agosto ore 8,30 Pontedilegno/Tonale

Costa di CasaMadre - Baracca delle Fortificazioni (mt 2.300 circa)

LUCA ZINGARETTI

IL COLORE DEL PIOMBO da Il sorriso dell'obice Dario Malini Mursia Edizioni

«Il sibilo delle granate fa pensare a tante cose e, quando l'obice è scoppiato e ci ha lasciati interi, si sorride in un modo che adesso non so nemmeno ricordare». Walter Giorelli

La pubblicazione de Il sorriso dell'obice è stata resa possibile dal ritrovamento in un mercatino rionale della corrispondenza dal fronte di Walter Giorelli, un giovane soldato-pittore romano. Attraverso di essa, Dario Malini ha svolto un rigoroso lavoro di ricostruzione della vicenda e ha generato questo testo, permettendo di strappare dall'oblio la figura, l'esempio e il sorprendente valore letterario del Giorelli. È il giugno 1915. Il ventunenne pittore viene scaraventato nell'immane carnaio della Prima guerra mondiale. Nelle lettere alla famiglia racconta l'entusiasmo dei compagni e della gente comune nel momento dell'entrata in guerra, i periodi di addestramento e la vita al fronte, prima in un reparto di salmerie che provvedeva ai rifornimenti delle truppe, quindi nella 169ª Compagnia Zappatori, dove operò per quattro mesi in trincee avanzatissime. Giorno dopo giorno il disincanto del militare cresce: gli orrori della guerra di trincea sotto il martellare delle artiglierie nemiche, pur riferiti con innata ironia, irrompono sempre più nei suoi resoconti, finché per tenere viva la speranza non gli è più sufficiente neppure l'arte, cui si applica disegnando i volti dei compagni, i terreni devastati, le vette e i campi di battaglia attorno all'Isonzo. Muore il 23 novembre 1916 a Plava, sepolto sotto un ricovero che il fuoco del nemico e la pioggia incessante resero malsicuro. Il risultato è una storia che tocca nel profondo e sorprende per l'ampiezza della riflessione e la vibrante (ma mai urlata) carica antimilitarista: «Quando mi sento forte, rido della guerra, degli uomini, di tutto, e mi accorgo che il mio compito sta nel mettere a nudo la vita qual è, in faccia al mondo che è pieno di malsane idealità e di vacui sentimentalismi».

La partecipazione è consentita ai possessori del coupon gratuito (vedi box info).

Come raggiungere la Baracca delle Fortificazioni a Costa di CasaMadre

Da Ponte di Legno (piazzale Cida) prendi la cabinovia Pontedilegno/Tonale (a/r € 5 - tempo di percorrenza circa 15 minuti), scendi al capolinea del Tonale e portati verso la Chiesetta dei Frati del Tonale (mt 1.800 circa) e poi seguire il sentiero indicato, successivamente il segnavia bianco/rosso. Non sono previsti punti ristoro. Provvedi autonomamente al rifornimento di cibo e bevande.

Per il raggiungimento del luogo di spettacolo vale la responsabilità personale

percorso di difficoltà medio/bassa - tempo medio di percorrenza: 1 ora e 45'

Il terreno della Costa di CasaMadre non consente di disporre sedie. Dovrai accomodarti sulla superficie prevalentemente rocciosa.

IMPORTANTE in caso di conclamato e persistente maltempo che possa compromettere la sicurezza dei partecipanti, la manifestazione verrà posticipata alle ore 15,30 presso il Palazzetto dello Sport di Ponte di Legno

__________________________________________________________________________________

sabato 9 agosto ore 8,30 Temù

Destinazione Garibaldi

narrazione in cammino con Davide Sapienza da Malga Caldea (mt 1.584) al Rifugio Garibaldi (mt 2.550 circa)

Davide Sapienza, scrittore, traduttore, giornalista, viaggiatore e lettore è anche un camminatore dalla lingua sciolta. Durante il percorso ti soffermerai ad ascoltarlo narrare storie, leggere passi letterari sulla prima guerra. Ti sarà chiesto di osservare la montagna con sguardo diverso, sarai invitato a viverla cogliendone aspetti inconsueti. E lungo la valle sarà ripercorsa la storia del famoso "ippopotamo" il cannone che ora si trova su Cresta Croce. Il 9 febbraio 1916 il cannone arrivò a Temù e fu trainato sino a Malga Caldea. Durante le settimane necessarie al trasporto, la neve abbondante costrinse l'esercito a smontare l'ippopotamo di ghisa, che fu caricato su varie slitte: 200 uomini lo trainarono di notte, nascondendosi di giorno. Furono decine le vittime di una valanga che travolse tutto. Ma in tre mesi fu portato a destinazione, al Passo del Venerocolo (mt 3.236) sopra il rifugio.

ore 8,30 ritrovo parcheggio a Malga Caldea (1.584 mt)

partenza ore 8,45 dislivello 970 mt - livello di difficoltà: escursionistico E

Tempo medio di percorrenza andata 4 ore

arrivo al rifugio Garibaldi (mt 2.550 circa) ore 13 circa

orario di ritorno verso Malga Caldea ore 14,30 circa

arrivo a Malga Caldea ore 17,30 circa

Per l'escursione vale la responsabilità personale.

Info e iscrizioni € 5 presso Ufficio Informazioni via Roma - Temù 0364.94152

IMPORTANTE in caso di conclamato e persistente maltempo che possa compromettere la sicurezza dei partecipanti, verranno date comunicazioni alternative

__________________________________________________________________________________

domenica 10 agosto ore 11,30 - Pontedilegno

Passo di Lagoscuro (mt 2.970 circa)

Luciano Bertoli e Davide Bonetti

Prima che cadano le foglie letture e musiche dalla Prima Guerra

in collaborazione con Associazione Amici di Capanna Lagoscuro

«Tornerete nelle vostre case prima che siano cadute le foglie dagli alberi» Questo è ciò che le autorità militari dissero ai soldati alla vigilia del primo conflitto mondiale, in cui vennero arruolati sette milioni di italiani per metà analfabeti: contadini, pastori, operai un esercito senza una lingua comune, male armato, peggio vestito, mal comandato e mandato al massacro.

Lo spettacolo, attraverso la lettura di alcune lettere dal fronte, pagine di diari dei soldati, canzoni e musiche dell'epoca, ripropone emozioni e sentimenti di giovani che sacrificarono la vita per l'indipendenza e l'unità dell'Italia. Pagine nate dalla putredine e scritte intorno alle trincee avendo nelle orecchie le urla dei feriti e davanti agli occhi i cadaveri dei compagni caduti.

Sono diversi i percorsi per raggiungere il Passi di Lagoscuro, alcuni impegnativi, solo per escursionisti esperti e transitabili esclusivamente con attrezzatura da ferrata. Informati presso le guide alpine autorizzate o presso l'Associazione Amici di Capanna Lagoscuro.

Per il raggiungimento del luogo di spettacolo vale la responsabilità personale.

IMPORTANTE in caso di conclamato e persistente maltempo che possa compromettere la sicurezza dei partecipanti, verranno date comunicazioni alternative

__________________________________________________________________________________

lunedì 11 agosto ore 8,30 Pontedilegno/Tonale

Città Morta, Memoria Viva

narrazione in cammino con Davide Sapienza dalla Cabinovia del Tonale (mt 1.884) alla Città Morta (mt 2.500 circa)

Partire dalla prateria del Tonale e arrivare alla "città morta" è un'esperienza molto forte per qualsiasi persona, un incontro con la storia che lascia il segno. Si tratta di un'escursione semplice, senza difficoltà tecniche, ma illuminante. Poco distante dalla vetta del Tonale Orientale, improvvisamente sotto di noi appare la pianta viva della città morta: sono le rovine del villaggio austriaco a ridosso della prima linea, da dove i soldati austriaci si muovevano verso gli avamposti. La vista è maestosa, abbiamo una straordinaria visione del fronte, possiamo comprendere la scelta di questo imponente insediamento militare.

Ma la giornata assumerà toni via via diversi. Dopo una sosta nella città morta e un cammino del silenzio tra le rovine, si scende entrando in un ambiente alpino, caratterizzato da lariceti di straordinario pregio.

si consiglia di portarsi al Tonale con la Cabinovia PontediLegno/Tonale (da Pontedilegno piazzale Cida)

ore 8,30 ritrovo al Sacrario Militare del passo Tonale (mt 1.884)

partenza ore 8,45 dislivello 650 mt -

livello di difficoltà: escursionistico E

Tempo medio di percorrenza andata 3 ore circa

arrivo alla Città Morta (mt 2.500 circa) ore 12 circa

orario di ritorno verso il Sacrario ore 13,30 circa

arrivo al Sacrario ore 16 circa

Per l'escursione vale la responsabilità personale

Info e iscrizioni € 5 presso Pro Loco Pontedilegno InfoPoint Autostazione p.le Europa 0364.900904

IMPORTANTE in caso di conclamato e persistente maltempo che possa compromettere la sicurezza dei partecipanti, verranno date comunicazioni alternative.

__________________________________________________________________________________

lunedì 11 agosto ore 21 Pontedilegno

Sala Consiliare del Comune di Pontedilegno - ingresso libero e gratuito

SCEMI DI GUERRA presentazione, proiezione e commento con John Ceruti e Davide Sapienza

In collaborazione con Museo della Guerra Bianca in Adamello - Temù

Il documentario Scemi di guerra di Enrico Verra, (soggetto e sceneggiatura di Enrico Verra, Davide Sapienza, Francesca Zanza - produzione Vivo Film - Roma) narra della prima guerra mondiale da una prospettiva raramente indagata: gli effetti devastanti della guerra di trincea sulla psiche dei soldati. Il documentario ricostruisce le dolorose tappe che portarono migliaia di loro ad affrontare il calvario della malattia mentale, dopo quello delle trincee, degli assalti, dei gas e dei bombardamenti. Le allucinazioni, le disfunzioni motorie e la perdita di sé, nella forma inedita dello shock da combattimento, tormentarono gli uomini di tutti gli eserciti impegnati in battaglia. I malati, accusati di codardia e di tradimento dagli Stati Maggiori, venivano rispediti al fronte dai medici militari a forza di scosse elettriche e terapie ipnotiche, e reagivano sprofondando ancor di più negli abissi della pazzia, ammutoliti e dimenticati relitti della storia.

Ingresso libero e gratuito.

__________________________________________________________________________________

Domenica 17 agosto ore 21 Temù

Museo della Guerra Bianca di Temù - ingresso libero e gratuito

Filmati storici dalla Grande Guerra

Presentazione, proiezione e commento Walter Belotti

In collaborazione con Museo della Guerra Bianca in Adamello - Temù

Tra le tante testimonianze video di cui è in possesso il Museo della Guerra Bianca di Temù, vi sono documenti straordinari. Tra questi hanno particolare importanza e insieme valore estetico sia il docu-film Tra i ghiacci e le nevi del Tonale girato in Adamello sia alcuni stralci dell'opera di Luca Comerio (1878-1940) pioniere del documentario e dell'industria cinematografica italiana che nel 1917 fu nominato direttore tecnico della Sezione Cinematografica del Regio Esercito Italiano. La grande competenza di Walter Belotti (presidente del Museo della Guerra Bianca) consentirà allo spettatore di integrare la visione con informazioni preziose e lo aiuterà ad acquisire la consapevolezza del valore di tali testimonianze.

Ingresso libero e gratuito.

I coupon gratuiti per domenica 3 agosto sono ritirabili presso:
• Pro Loco Ponte di Legno c/o sala d'attesa stazione autolinee, p.le Europa 0364.900904
I coupon gratuiti per l'appuntamento di domenica 3 agosto (Luca Zingaretti) sono ritirabili presso

• Passo Tonale Uff. Informazioni via Nazionale 0364.903838

• Vermiglio (Tn) Ufficio Informazioni c/o Polo Culturale del Comune di Vermiglio 0463.758200

• Temù Uff. Informazioni via Roma 0364.94152

• Vezza d'Oglio Proloco via Nazionale 0364.76131

• Edolo IAT piazza M. della Libertà 0364.71065

• Capo di Ponte Infopoint Via Nazionale 1 - 0364.42104

• Breno Edicola Edibi via Giuseppe Mazzini 39 0364.21026

• Esine Cartolibreria Lori - via A. Manzoni 32 - 0364.360303

• Darfo B. T. Edicola Sigala/Capitanio via S. Martino 49 - 0364.530799

• Iseo Lalibreria via Duomo, 2 030.9822003

• Sarezzo High Dimension Disk via De Gasperi, 4 030.800624

• Brescia Libreria Einaudi via Pace, 16/A 030.3757409

Se risiedi fuori dalla provincia di Brescia

per gli interessati agli spettacoli accessibili ai soli possessori di coupon abitanti fuori dalla provincia di Brescia viene offerta la possibilità di ricevere, tramite invio postale, il coupon gratuito da richiedere entro e non oltre venerdì 25 luglio. Per informazioni 030.3759792 dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13

Indicazioni importanti per chi sale in montagna

- Parti solo se hai un'adeguata preparazione fisica

- Munisciti di un abbigliamento consono che ti consenta di affrontare i possibili sbalzi di temperatura e il repentino cambio di condizioni meteorologiche

- Non abbandonare i sentieri segnati

- Non dimenticare di rifornirti di cibi e bevande che ti consentano un'alimentazione autonoma

- Riporta i rifiuti a valle

- Collabora a mantenere e proteggere gli ecosistemi, i luoghi di nidificazione e le fonti alimentari, evitando di arrecare disturbo e di provocare danni

- Puoi ammirare, ma non raccogliere, i minerali ed i fossili

- L'accensione dei fuochi viene punita severamente. La negligenza può causare danni irreparabili

- Non danneggiare le attrezzature. Servono a fornire informazioni e ad assicurare riposo e ricreazione

- Mantieni intatta la bellezza di questo paesaggio e rispetta le norme relative alla protezione del territorio

- Le infrazioni alle norme vigenti vengono punite dalle autorità competenti

- Per il raggiungimento dei luoghi di spettacolo vale la responsabilità personale

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento