menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con-Dividere la Sostenibilità

Attenzione all’ambiente e al risparmio delle risorse: giunge a conclusione il progetto biennale proposto da Cantiere del Sole, in collaborazione con A2A e finanziato dalla Fondazione Cariplo

Giunge a conclusione il progetto biennale Con-Dividere la Sostenibiltà proposto da Cantiere del Sole Coop. Soc. Onlus, in collaborazione con A2A e finanziato da Fondazione Cariplo e A2A. La sperimentazione, che ha coinvolto 4 condomini di circa 35 famiglie ciascuno, ha avuto l’obiettivo di diffondere una cultura della sostenibilità ambientale, con l’acquisizione di comportamenti quotidiani per la salvaguardia delle risorse. Gli esperti del settore educazione ambientale e i tecnici specializzati di Cantiere del Sole, sono partiti due anni fa, da un’analisi del contesto che individuava nelle città l’elemento di criticità, rispetto alla crisi ecologica in atto, a causa della congestione e dell’accentramento delle problematiche ambientali in atto. “Circa l’80% delle emissioni inquinanti proviene, infatti, dalle aree urbane”, sottolinea Greta Cocchi, referente del Settore Educazione Ambientale del Gruppo Cauto, di cui fa parte la cooperativa sociale Cantiere del Sole, “La sfida è nel cambiamento dei comportamenti a partire dalla reinterpretazione della città quale spazio condiviso da una comunità di uomini e donne che possono farsi carico di una responsabilità più ampia a livello globale, superando la miopia degli stili di vita individuali”. I condomini sono stati scelti come luoghi in grado di selezionare gruppi omogenei di persone, campioni significativi da coinvolgere attraverso il metodo della ricerca azione partecipata. La metodologia scelta ha avuto il duplice obiettivo di determinare il cambiamento sociale prefissato e di monitorarlo, verificarlo e misurarlo per quantificare il risparmio di risorse che ne è risultato.

Davide Bergoli, relatore per il settore energia di Cantiere Del Sole spiega che “dai rilievi di consumi di energia elettrica effettuati nella fase iniziale e finale del progetto, si è riscontrato una diminuzione di consumi medi annui procapite di 69 kWh. Ciò si traduce per l’ambiente, come una mancata immissione di CO2 in atmosfera di 11,5 tonnellate all’anno”.

L’evento costituisce l’ultima fase di “con-divisione” tra amministratori condominiali, enti promotori e amministratori comunali, sull’efficienza energetica degli immobili e sul loro ruolo in ambito ambientale. Durante il primo anno, il progetto ha previsto intense attività di comunicazione e sensibilizzazione individuando diverse aree di intervento: la riduzione dei rifiuti a partire dalla prevenzione, il risparmio energetico e il risparmio idrico, mediante l’adozione di nuovi stili di vita e l’utilizzo di tecnologie nuove ed efficienti; la condivisione e la disseminazione di un modello divulgabile e replicabile in tutte le realtà condominiali cittadine.

La Con-divisione della sostenibilità è certamente uno dei risultati qualitativi più significativi tra quelli conseguiti grazie alla partecipazione di condòmini, dell’associazione di Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari A.N.A.C.I., sezione Brescia e Bergamo, dell’Associazione Bresciana Amministratori Beni Immobili A.B.A.B.I., delle Amministrazioni Comunali di Brescia e Bergamo, del Collegio Geometri e Geometri Laureati delle province di Brescia e Bergamo, infine degli enti e delle organizzazioni che lavorano in ambito ambientale.

Il coinvolgimento di attori così diversi, uniti nell’essere portatori attivi di medesimi interessi è stato il filo rosso conduttore di questo percorso verso condomini attenti all’ambiente e al risparmio delle risorse, ripercorribile anche da nuovi attori sociali, in altre città e contesti territoriali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento