rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Eventi Palazzolo sull'Oglio

Slow Food: quattro bresciane tra le migliori osterie d'Italia

Sono quattro le proposte bresciane che si meritano l'eccellenza nella guida Slow Food alle Osterie d'Italia: new entry di Palazzolo, poi le conferme di Adro, Artogne e Brione. Il Piemonte in testa alla graduatoria nazionale

Nel 2015 ha festeggiato 25 anni, quest'anno recensisce 1707 insegne, presentandosi all'appuntamento con l'edizione 2016 con oltre 140 novità. Questi i numeri del 'sussidiario del mangiarbere all'italiana', la guida alle Osterie d'Italia targata Slow Food in cui si racconta delle tradizioni e delle esperienze del Belpaese, fino ad arrivare al top della gamma, le osterie che si meritano la 'Chiocciola' – 250 in tutto – una sorta di medaglia al valore della cultura alimentare.

Anche i prezzi per scelta sono contenuti: il riferimento è a proposte e menu che non superano i 36 euro di spesa. E così in Lombardia le 'chiocciole' sono ben 17, al settimo posto tra le Regioni italiane dove in testa alla graduatoria si registra il sorpasso del Piemonte alla Toscana, 28 chiocciole a 27, seguite poi da Campania (22), Veneto (21), Lazio (20) e Sicilia (18).

Non poi così folta la rappresentanza bresciana tra le migliori osterie lombarde: grazie alla new entry dell'Osteria della Villetta di Palazzolo quest'anno i menu made in Brescia sono quattro, con le conferme degli ormai classici Dispensa Pani e Vini di Adro, Le Frise di Artogne e La Madia di Brione. Ce n'è una anche sul confine: è l'Hostaria Viola, a Castiglione delle Stiviere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Slow Food: quattro bresciane tra le migliori osterie d'Italia

BresciaToday è in caricamento