Eventi

"Tasta e Camina", seconda edizione: il paese invaso dall’orda dei 600 golosi

Più di 600 persone a San Felice del Benaco per la seconda edizione di Tasta e Camina, la passeggiata enogastronomia (da quasi 10 chilometri) organizzata dalla Polisportiva del paese

Alla faccia di quei fastidiosi e grigi nuvoloni, l’ha spuntata un timido sole. Qualche goccia, e più di una volta, anche dopo mezzogiorno a bagnare il percorso (in tutto quasi 10 chilometri) prima dell’attesa rivincita della calda primavera, quella che anticipa l’estate: più di 600 persone domenica al Tasta e Camina, seconda edizione, la passeggiata enogastronomica organizzata dalla Polisportiva di San Felice, in collaborazione con il Comune e le varie realtà del territorio.

Un percorso in nove tappe e appunto quasi 10 chilometri, alla (ri)scoperta – spiegano con orgoglio gli organizzatori – “dell’arte, della natura, della gastronomia, della tradizione, una giornata rivolta al vissuto, passato e presente, delle persone e dei luoghi”. Il menu itinerante ha attraversato tutta San Felice, e poi Portese e Cisano, il porto, la chiesetta e il promontorio di San Fermo, il vecchio frantoio, la piazza e il castello, la Fondazione Cominelli, la casa rurale De Giuli in mezzo agli uliveti, il centro del paese.

Pancia mia fatti capanna: il menu itinerante, focus ovviamente sul pesce di lago, ha spaziato dai rotoloni di persico con spinaci e gamberi alle sardine “en consa” con la polenta, poi trancetti di coregoni, gnocchetti con carpa e piselli, tartare di trota agli agrumi, gelato al basilico e limone. Per la prima volta un Tasta e Camina dal respiro internazionale, grazie all’attiva partecipazione dei profughi ospiti dell’albergo La Sorgente, che per l’occasione hanno cucinato e servito lo Yassa Sap, piatto tipico del Senegal con pollo e cipolle.

In campo più di una cinquantina di volontari, tra l’altro oggi impegnati a festeggiare con uno spiedo, e una decina di ristoranti, dentro e fuori dal paese: Il Sogno, La Vela, La Cariola Sbusa, La Degosteria, Il Molino, la gelateria La Piazzetta, il Belvedere di Manerba e il Fior di Loto di Puegnago.

Un’edizione da record: 600 persone hanno camminato da mattina a sera, in 12 gruppi – da 50 alla volta – partiti fin dalle 9.30 del mattino. Gran finale in musica, preludio per la ricca stagione alle porte: la festa della birra, questo weekend, il FilmFestival del Garda, la prossima settimana, la festa con dedica a James Bond, a fine mese nella piazza del municipio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tasta e Camina", seconda edizione: il paese invaso dall’orda dei 600 golosi

BresciaToday è in caricamento