Il cielo s'illumina di stelle cadenti, ma il meglio non sarà la notte di San Lorenzo

Al meglio della “resa” si potranno osservare fino a 100 stelle cadenti l'ora: fanno parte dello sciame delle Perseidi, precipitano a quasi 60 chilometri al secondo

Cambio di programma, al ciel non si comanda: ormai è assodato che la vera notte di San Lorenzo, cioè quella in cui si presenteranno le migliori condizioni per osservare le stelle cadenti delle Perseidi, non è più la tradizionale, tra il 10 e l'11 agosto, ma è invece quella tra lunedì 12 e martedì 13. Così parlarono gli astronomi: lo slittamento è dovuto agli studi più recenti e approfonditi sul fenomeno.

Le Perseidi sono note anche come “Lacrime di San Lorenzo”, comunemente dedicate al martirio del santo che appunto viene celebrato il 10 agosto. Altro non sono che uno sciame di detriti cosmici che vengono a contatto con l'atmosfera terrestre, e bruciano (e vengono distrutti) prima di toccare terra. Si avvicinano all'atmosfera a una velocità davvero “spaziale”: poco meno di 60 chilometri al secondo, circa 216.000 chilometri all'ora.

Lo sciame delle Perseidi è originato dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862: l'ultimo passaggio davvero ravvicinato risale al 1992, più di un quarto di secolo fa. Ma ogni anno, puntualissime, le stelle cadenti tornano a illuminare il cielo notturno.

Qualche accorgimento per una visione ottimale. Le premesse le conoscono tutti: meglio stare lontani da eventuali fonti di “inquinamento luminoso”, e quindi lampioni, strade, centri abitati. Nel Bresciano si consigliano le spiagge o la montagna, e perché no gli stessi punti di osservazione da cui è stato possibile ammirare la “luna di sangue”, il 27 luglio scorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli esperti suggeriscono poi di aspettare la notte tarda, per osservarle meglio. Quindi da notte fonda all'alba, fino a quando il chiarore del mattino non sarà troppo forte: al meglio del rendimento si potrebbero osservare addirittura un centinaio di stelle cadenti ogni ora. Non mancheranno eventi e iniziative in città e provincia, per celebrare una notte davvero magica: a breve l'elenco completo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

  • Fine di un incubo, Elisa è stata ritrovata e sta bene

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento