Villa Carcina: mostra Rizomi di Camilla Rossi

L’artista Camilla Rossi - attiva sul territorio bresciano, nazionale e internazionale da vent’anni – ripercorrerà la propria produzione pittorica e presenterà la sua più recente serie, RIZOMI, in occasione della mostra personale a cura di Matteo Galbiati, allestita a Villa Glisenti (Villa Carcina – Bs) dal 9 novembre all’1 dicembre 2019, con il Patrocinio del Comune di Villa Carcina, Assessorato alla Cultura. L’inaugurazione si terrà sabato 9 novembre alle ore 17.

I suggestivi spazi della Villa ospiteranno su più piani e in più stanze le opere principali dell’artista, in un viaggio di scoperta e riscoperta che si avvia dai più lontani nel tempo Polimorfismi, Muri, Pendoli e Anatomie, passando per le Ipotesi di coppia, le Panoramiche e numerosi libri d’artista. Un percorso espositivo che proseguirà nelle Stanze Private, esplorando le Mappe e i Neri, per approdare alle più recenti Architetture, Vulcanica e Pelli, fino ai RIZOMI, serie appositamente ideata per questa mostra personale.

La definizione letterale di rizoma (da rizo-, radice, con il suffisso -oma, rigonfiamento) rimanda alla biologia e ad una modificazione del fusto di alcune piante, con principale funzione di riserva. È un elemento sotterraneo con andamento generalmente orizzontale, ha struttura diffusiva, reticolare, anziché arborescente e un’evoluzione non prevedibile linearmente, in divenire. Ispirandosi idealmente alla struttura dei rizomi, intesi anche come modelli di conoscenza in filosofia nella concezione rizomatica del pensiero (Deleuze, Guattari), Camilla Rossi ha lavorato su tele di varie dimensioni dove è chiaramente riconoscibile la sua poetica, affinata nei suoi primi vent’anni di sperimentazione pittorica.

“L’orizzonte delle sue opere non si argina nel finito dell’illusione, ma si apre all’infinito delle possibilità, incontrollabili e imprevedibili, del valore di una decifrazione illimitata e sempre valida, presente nella verità e nella validità di ogni esperienza, quasi sconfinando anche nell’ambiente presente, proiettandosi in esso e raggiungendolo nell’infinito dell’immaginazione” (dal testo “Connessioni formali e coerenza narrativa, il racconto pittorico di Camilla Rossi”, Matteo Galbiati, 2019).

Per celebrare i vent’anni di carriera artistica è stato pubblicato un volume monografico di 128 pagine (Vanillaedizioni), con testo introduttivo del curatore Matteo Galbiati, che sarà acquistabile in mostra.

I

 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo

I più visti

  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo
  • Centro Teatrale Bresciano: "Gli infiniti mondi", stagione 2020-2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 30 maggio 2021
    • Teatro Sociale -Teatro Mina Mezzadri
  • Bedizzole: guida all'ascolto, le nove sinfonie di Beethoven

    • dal 1 ottobre 2020 al 10 giugno 2021
    • BAM BEDIZZOLE ACADEMY OF MUSIC
  • Brescia: "Gli infiniti mondi", la stagione CTB 2020 - 2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Sociale
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BresciaToday è in caricamento