Martedì, 22 Giugno 2021
Mostre Centro / Via dei Musei

Christo and Jeanne-Claude: "Water Projects" al Museo Santa Giulia

Christo and Jeanne-Claude: "Water Projects" al Museo Santa Giulia di Brescia, fino al 18 settembre 2016

Floating Piers (Project for Lake Iseo, Italy) 2015 Photo: André Grossmann © Christo 2015

La mostra Christo & Jeanne-Claude Water Projects, ovvero installazioni connesse all’elemento acqua, è stata pensata in concomitanza con la realizzazione dell’intervento The Floating Piers, in allestimento sul Lago di Iseo, porte aperte al pubblico dal 18 giugno al 3 luglio 2016. Christo e Jeanne-Claude tornano in Italia dopo 40 anni, e l’omaggio alla moglie Jeanne continua e si rinnova. É morta nel 2009: i progetti erano stati pensati insieme e Christo intende far sentire ancora il valore del suo contributo così per The Floating Piers e per tutti quelli che l’hanno preceduto. La passerella sull’acqua consentirà a quanti lo vorranno di camminare sulle acque e sulle sponde del Lago, per circa tre chilometri,si avanzerà sopra 70mila mq di scintillante tessuto arancione, appoggiato su una sequenza modulare di pontili galleggianti per una  larghezza di 16 metri (costruita con 200mila cubi di polietilene ad alta densità), in un unico abbraccio tra Sulzano, Monte Isola e l’isola di San Paolo.

Nella mostra, allestita a Brescia fino al 18 settembre, si potranno apprezzare diversi pannelli illustrativi e  modelli in scala dell’opera sul Lago circondato dai monti con i loro borghi. The Floating Piers si aggiunge alla cronologia dei progetti sull’acqua di Christo e Jeanne-Claude,dal 1961 al 2016, alcuni fermi alla trama iniziale, molti realizzati. La documentazione esposta, dei singoli Water Projects è molto ampia: disegni preparatori, seguiti da documenti fotografici sul processo di preparazione e di realizzazione. con visioni in progress.

Li troviamo sintetizzati in 150 opere, tra studi, disegni, collages, modelli in scala e fotografie provenienti da diverse collezioni italiane, internazionali, e personali, appartenenti alla stessa Fondazione Christo and Jeanne-Claude.  Sonoun insieme dei progetti monumentali legatiallelemento acqua dal 1968 al 2016. Ci raccontano frammenti di vita artistica della coppia, i loro interventi ambientali di grande scala,progettati e realizzati fin dai primi anni Sessanta, accanto a quellisui quali Christo ha continuato ad operare, a dopo la scomparsa di Jeanne-Claude ( avvenuta nel 2009).

Water Projects è attualmente da Germano Celant, in  stretta collaborazione con Christo e la CVJ Corporation, con il contributo dott.ssa Spaggiano. L’attenzione all’elemento acqua nel percorso artistico di Christo e Jeanne-Claude è iniziata, la prima volta, con Wrapped Coast,realizzata alla fine degli anni Sessanta in Australia, e da allora presente in altri sei progetti.

Diversi eventi sono rivolti ai fiumi in Over the River, Project for Arkansas River, State of Colorado, ai ponti The Pont Neuf Wrapped, Paris, France, 1975-1985 , rivestito di tessuto che da beige si fa giallo fiammante. Giallo anche per Wrapped Walk Ways (Project for Loos Park, Kansas City, Missouri).Un tessuto fucsia ha circondato invece gli isolotti di Miami in  Surrounded Island , Biscayne Bay, Greater Miami, in Florida, per offrire una visione originale della Baia di Miami.

Con le citate realizzazioni spaziava tra il territorio naturale e la realtà umana, abitativa, economica e sociale.  In mostra si trovano anche rimandi a Wrapped Reichstag, Berlin, 1971-1995, che lo rese famoso,  a  Wrapped Monuments in via Vittorio Emanuele e Piazza Duomo a Milano, per tornare all’affascinante Valley Curtain, Rifle, Colorado.e a Berower Park, Riehen, Switzerland, 1997-1998 e a The Gates, Central Park, New York City, 1979-2005. Affascinante The Umbrellas, Giappone-USA, 1984-91: 3000 ombrelli enormi, azzurri e gialli sono stati installati e poi spalancati insieme sulle due coste oceaniche.

Durante il percorso espositivo, è possibile prendere visione di cinquant’anni di lavoro artistico gigantesco per oltre trenta opere progettate o realizzate. Telari immensi lungo la costa Running Fence, Sonoma and Marin Counties California, hanno ispirato  The Floating Piers, Project for Lake Iseo, Italy, progetto iniziato nel 2014 che vedrà la realizzazione in giugno di quest’anno,  fra poche settimane, con l’apertura del percorso al pubblico il 18 giugno. Conto alla rovescia: “Sarà opera d’arte” , sostiene Christo, “solo con le persone sulla passerella!”.

Una sezione informativa e interattiva della mostra,è dedicata alla costruzione in progress dellintervento sul Lago, grazie alla proiezione e esposizione di materiali, in forma virtuale, prodotti dall’artista, sul processo di realizzazione. Sarà infatti possibile vedere in live streaming foto e video postate in diretta dalle persone che visiteranno l’opera sul Lago d’Iseo. Perfettamente riuscito l’intento di contestualizzare ogni installazione legata all’acqua, nelle sue diverse fasi progettuali e nelle realizzazioni conclusive: dalla prima ideazione nei bozzetti, allo sviluppo nei disegni, nei collage e nei modelli, fino all’opera concreta, documentata tramite fotografie e video. 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
CUP Centro Unico Prenotazioni
Tel. 030.2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com
www.mostrachristo.bresciamusei.com - www.bresciamusei.com

Il catalogo della mostra, a cura di Germano Celant, è pubblicato in versione italiana e inglese da Silvana Editoriale, Milano. Contiene una cronologia dei progetti su larga scala di Christo e Jeanne-Claude, realizzati o non, dal 1961 al 2016.

Negli anni Sessanta e Settanta´Christo realizzò tre opere pubbliche in Italia: impacchettamento della fontana in Piazza del Mercato a Spoleto nel 1968, dei monumenti a Vittorio Emanuele e Leonardo da Vinci a Milano nel 1970, e infine nel 1974 del le Mura Aureliane alla fine di Via Veneto, a Villa Borghese, Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Christo and Jeanne-Claude: "Water Projects" al Museo Santa Giulia

BresciaToday è in caricamento