Montichiari: pub e spazio culturale, nasce "I Love Cocaine"

Lunedì 10 novembre l'inaugurazione di I Love Cocaine a Montichiari: un locale che diventa spazio espositivo, e sala educativa per le scuole. La provocazione anche artistica per dire no alla piaga della droga

Adesivo 'virale' in piazza Loggia

Un locale che già dal nome sa di provocazione: ‘I Love Cocaine’, io amo la cocaina. Da un’idea di Mino Dal Dosso, il manager, e Ermanno Preti, il designer, con la collaborazione di Stefano e Donatella Raimondi. Un ‘beer, food and cocktail’ ma che vuole andare oltre, “riscrivere i canoni tradizionali, cercando di far vivere nuove esperienze conoscitive in un ambiente inedito come il pub”.

Sorgerà in Viale Europa, a Montichiari. Partendo dalla topica di un inganno semantico: non è un locale dove si inneggia alla droga, anzi. Sarà uno spazio didattico e culturale, aperto anche alle scuole. O meglio, come spiegano i titolari, “avrà due abiti cuciti su misura: la mattina diventerà un luogo di incontro con le scuole, svilupperà una propedeutica sul tema della prevenzione della droga”.

Da qui la scelta di un design accattivante, la possibilità di interagire con le installazione, perfino collegamenti multimediali o in ‘diretta’. La sera invece l’obiettivo è quello di “stare insieme, riscoprendo il piacere genuino del divertimento sano: I Love Cocaine coltiva la conoscenza come strumento indispensabile per crescere”.

Di certo, un locale d’impatto. Fin dall’ingresso: linee curve e pareti sinuose, e poi schermi e monitor che raccontano del disagio e della dipendenza dalla cocaina. E Montichiari purtroppo pare sia uno dei Comuni più colpiti dal fenomeno. Intanto è partita la campagna virale: migliaia di adesivi e volantini, sparsi in città e in provincia: inaugurazione già fissata, lunedì 10 novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento