Eventi

Fuori tutto, nel nome del groove: "For once in my life", il nuovo singolo di Lostinwhite

Disponibile negli store digitali “For once in my life”, il nuovo singolo dei bresciani Lostinwhite: tra Ron Miller e Stevie Wonder, nel nome del groove

Fuori tutto, nel santo nome del groove. Contaminazioni acid jazz, soul, funk, pop e R&B: da pochi giorni è out su tutte le piattaforme digitali “For once in my life”, il nuovo singolo dei Lostinwhite che apre idealmente la strada al secondo disco del gruppo bresciano formato da Vittorio Bianchi (tastierista, compositore e produttore), Sofia Anessi (voce), Andrea Fazzi (chitarre), Roberto Gherlone (basso), Angelo Peli (sax) e Arki Buelli (batteria), in uscita prossimamente sotto l'egida della storica etichetta bolognese Irma Records.

"For once in my life"

Un tuffo nel sound della seconda metà dei Sessanta: “For once in my life”, infatti, è il brano scritto da Ron Miller e Orlando Murden nel 1967, portato al successo l'anno seguente su Motown da Stevie Wonder e poi interpretato da grandi crooner come Frank Sinatra e Tony Bennet. La versione di Lostinwhite ruota attorno a una trascinante melodia soul-funk, semplice e raffinata, in cui s'inserisce il testo gioioso e liberatorio che racconta del brivido di un amore ritrovato.

L'arrangiamento, a cura di Vittorio Bianchi, viaggia tra ritmiche soulful house, echi di Incognito e Galliano, atmosfere morbide e fluttuanti stile Talkin'Loud; ci ha pensato poi Sofia Anessi, con la sua vocalità intensa e distintiva, ad apportare un grande valore aggiunto, l'interpretazione. “For once in my life emana energia positiva, nuova luce: evoca le tracce di un percorso creativo-emotivo, la musica per abbattere le distanze, ancora, e good vibration per esorcizzare i cattivi pensieri della vita in isolamento.

Musica e lockdown

Lostinwhite hanno infatti registrato le rispettive parti durante il proprio lockdown, ciascuno nel proprio home studio: lontani ma vicini, umanamente e artisticamente. “Lavorare in questo modo non è stato semplice – raccontano Lostinwhite – ma si è rivelato stimolante, gratificante e pure terapeutico. Stevie Wonder per noi è un riferimento è assoluto: anche se il brano non l'ha scritto lui, abbiamo voluto creare questo tributo a partire dal suo approccio, stile R&B”. 

Lostinwhite, in pista dal 2015

Pillole di storia, e memoria. Letteralmente “perso nel bianco”, in voluta contrapposizione con la loro anima “black”, il nome Lostinwhite fa simbolicamente riferimento al fondatore del gruppo, Vittorio Bianchi, e alla sua caratteristica chioma. Lostinwhite più che un progetto è un concetto, una sperimentazione continua di musicisti preparati ma eclettici, sempre a caccia di nuove sonorità. Al primo album “On the Rhodes”, 2015, ha fatto seguito l'ep “Matters of Time”, 2018: nel 2020, e sempre per Irma Records, la band ha pubblicato i singoli “Do it” e “The week”, che assieme a “For once in my life” confluiranno nel secondo disco, attualmente work in progress.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuori tutto, nel nome del groove: "For once in my life", il nuovo singolo di Lostinwhite

BresciaToday è in caricamento