Presepe dei record, gran finale col botto: tra i visitatori c'è Giovanni Rana

Un ospite speciale domenica mattina a Manerba: il re dei tortellini Giovanni Rana con amici e parenti ha visitato il presepe degli Amici di San Bernardo

Giovanni Rana dopo la visita al presepe meccanico © Bresciatoday.it

Un ospite speciale per il presepe meccanico dei record, il più grande di tutta la provincia: domenica mattina a Manerba si è presentato l'imprenditore Giovanni Rana, il re di tortelli e sfogliavelo. Accompagnato da amici e familiari, si è goduto così la sua prima visita all'allestimento degli Amici di San Bernardo: 743 statuine in movimento, 152 motori elettrici, 322 metri quadrati di estensione, oltre 10 chilometri di fili, quasi 4000 litri d'acqua, 17 metri cubi di legna, 344 chili di pietra, 1255 fogli di carta.

“Mi è sembrato di tornar bambino”, ha detto Rana nel suo breve tour guidato tra le meraviglie del presepe manerbese. Paesaggi e panorami di ogni tipo: alle classiche scene della natività si affiancano scenografie ispirate alla Valtenesi, dai muratori al lavoro ai pescatori, il fruttivendolo che parla in dialetto e la raccolta di uva e olive, e alla provincia. E poi paesaggi da fiaba, il circo e le marionette, gli sciatori e gli igloo, le mongolfiere e pure una giostra medievale.

Il presepe dei record

Record raggiunto e superato: in attesa dei dati ufficiali e definitivi, attesi in questi giorni, già prima di domenica il presepe meccanico di Manerba ha sforato quota 36mila visitatori, superando così il primato di sempre dello scorso anno, con picchi di quasi 2000 visitatori giornalieri durante le vacanze di Natale, e quasi due ore di coda per visitare il presepe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Una grande opera di ingegno e di artigianato”, ha detto ancora Giovanni Rana: “Lo dirò a tutti, anche ai miei nipotini, anche se sono già grandi. Sono cose come queste che ancora ci scaldano il cuore”. Ma il tempo scorre, e anche quest'anno è finita. Ci si rivede l'anno prossimo, con l'edizione numero 23 del presepe meccanico, e tante altre novità in arrivo (al momento ovviamente top secret).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Forti temporali nella notte, allerta meteo anche tra oggi e domani

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento