Gambero Rosso: dieci vini bresciani tra i migliori d’Italia

Le anticipazioni sulla guida ai migliori vini d'Italia per l'anno 2016, edizione numero 29 del Gambero Rosso: su 22 etichette lombarde che meritano i tre bicchieri ben 10 sono bresciane, di cui 9 in arrivo dalla Franciacorta

La Guida ai migliori vini d’Italia firmata Gambero Rosso sfiora quest’anno i 30 anni di attività – è arrivata a quota 29 – e lo fa celebrando come sempre il meglio della produzione vitivinicola italica, da Nord a Sud. Come sempre è foltissima la presenza lombarda, con 22 etichette che si meritano il massimo riconoscimento, tra queste sono 10 i vini bresciani al top della graduatoria, uno in meno dello scorso anno.

L’unità di misura dell’eccellenza enoica è il ‘bicchiere’: tre bicchieri è il meglio , mezzo bicchiere c’è da migliorare parecchio. Ma quali sono i bresciani che si meritano il voto dei tre bicchieri: su 10, addirittura nove vengono dalla Franciacorta. Insomma anche per il 2016 non c’è proprio storia.

Non mancano i vip: Bellavista, Berlucchi, Cà del Bosco. E poi Barone Pizzini, Enrico Gatti, Le Marchesine, Lo Sparviere, Castello Bonomi che conferma la novità dello scorso anno. Per il Gambero il resto della provincia di Brescia (quasi) non esiste.

Nella top ten bresciana solo un concorrente in arrivo dal lago di Garda: il Lugana ‘allevato’ tra Desenzano, San Martino e Sirmione dell’azienda Cà Maiol, ex Provenza. Poi il vuoto, Valtenesi compreso. Non è stata la prima volta, sicuramente non sarà l’ultima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento