Garko e Facchinetti inaugurano il Sesto Senso

Serata memorabile sulle colline di Lonato (Bs) dove, otto anni dopo, ha riparto un simbolo dell'entertainment italiano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

LONATO DEL GARDA - Serata memorabile al Sesto Senso che, otto anni dopo, ha riacceso le sue luci ieri sera (sabato 25 giugno) nella nuova elegante location sulle colline di Lonato (Bs). Un'inaugurazione da "sold out" con lunghe file ai cancelli ed un ricco bouquet di imprenditori e vip.

L'onore del taglio del nastro è toccato a Francesco Facchinetti, giunto al Sesto Senso a bordo della sua Rolls Royce, con il cappellino d'ordinanza e il suo preziosissimo orologio Hublot al polso: "Sono felicissimo di essere qui - ha detto Dj Francesco - al Sesto ho trascorso gran parte della mia adolescenza, ma devo dire che oggi questo locale mi sembra ancora più bello".

Dopo la mezzanotte, scortato da un imponente servizio d'ordine, è giunto nel privé anche Gabriel Garko. T-shirt stile marinaro, riccioli ribelli e occhialino alla Clark Kent, l'attore più amato dalle italiane si è intrattenuto in consolle fino all'alba augurando al Sesto Senso "una storia di successi all'altezza del suo glorioso passato".

A fare gli onori di casa uno dei proprietari, l'industriale tessile Patrick Dallamano: "Abbiamo lavorato giorno e notte per rispettare l'inaugurazione del 25 giugno - ha detto Dallamano - ma devo dire che ne è valsa la pena. Oggi il Sesto Senso è meraviglioso, proprio come l'avevamo immaginato".

Presente al taglio del nastro anche Marco Amadori, general manager del Pineta ed oggi anche del Sesto: "Iniziamo questa nuova avventura imprenditoriale con grande entusiasmo - ha detto Amadori - convinti che questo territorio meriti una struttura del genere. Da oggi il Lombardo Veneto ritrova un simbolo dell'entertainment notturno, dunque l'auspicio è che il nuovo Sesto Senso riscuota lo stesso successo che, fino al 2008, ne ha fatto un'icona del divertimento italiano".

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento