Un tuffo nella natura: apre il parco da 30.000 metri quadrati

Conto alla rovescia: a maggio (ri)apre il parco dell'Oasi di San Francesco a Desenzano del Garda, al confine con Sirmione. Con una grande novità: due ettari in più di area verde da visitare

Una splendida veduta dal parco dell'Oasi

Due ettari di polmone verde in più per Desenzano: l’Oasi San Francesco passa da 7mila a 27mila mq di area naturale protetta, di proprietà comunale. Situata a Rivoltella, al confine con Sirmione, l’Oasi è un unicum del lago di Garda, ricca di vita e di biodiversità, visitabile nei fine settimana estivi a partire da maggio.

Grazie alla recente acquisizione di terreno dalla proprietà russa di Villa Bober, l’amministrazione comunale annuncia l’ampliamento dell’Oasi San Francesco, confinante con il parco della villa. Era già previsto nel Pgt che l’edificazione della zona a sud di via Agello (nello spiazzo davanti all’Hotel Berta) avesse come standard urbanistico il canneto e l’area verde adiacenti all’oasi comunale.

“Con questa operazione – spiega il sindaco Rosa Leso – e grazie alla disponibilità della proprietà russa, si completa il percorso iniziato molti anni fa, quando il tratto di costa fu sottoposto a un vincolo di massima tutela e riconosciuto da Regione Lombardia nelle aree protette, il 1° ottobre 2008, come “Monumento naturale regionale - zona umida di San Francesco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il canneto situato nella zona antistante la proprietà di Villa Bober era già tutelato, ma non accessibile. “Le attività di censimento botaniche e faunistiche potranno essere estese per altri 20mila mq – aggiunge Gabriele Lovisetto, presidente di Airone Rosso che gestisce il parco – e chissà allora che non si trovino nuove specie di piante, o nuovi esemplari di uccelli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: tampone obbligatorio per chi rientra dall'estero

  • Si butta dalla finestra di casa, suicidio shock scuote il quartiere

  • Follia al bar: padre e figlio scatenano una rissa, devastano il locale e aggrediscono la barista

  • Coronavirus, allarme contagi di ritorno: 7 ragazze positive dopo una vacanza

  • Stroncato da una malattia a soli 54 anni, morto noto bassista bresciano

  • Si tuffa e non riemerge, salvato dalla fidanzata: la sua vita è appesa a un filo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento