Senza via d'uscita: Poe e Lovecraft

Edgar Allan Poe e Howard Phillips Lovecraft: sono loro i due giganti della letteratura statunitense ai quali è dedicata la nuova serata della rassegna "Un libro, per piacere"

Edgar Allan Poe e Howard Phillips Lovecraft: sono loro i due giganti della letteratura statunitense ai quali è dedicata la serata della rassegna "Un libro, per piacere" presso la biblioteca di Torbole Casaglia. A mettere in scena le loro storie più emozionanti sarà Alessandro Pazzi con uno spettacolo dal titolo Senza via d'uscita.

Il tema "Scelte", elemento caratterizzante questa quattordicesima edizione della rassegna, è qui declinato in chiave horror attraverso la narrazione di tutta la paura che nasce da un senso di impotenza, dal non poter scegliere, o dal senso di colpa e angoscia per aver fatto scelte sbagliate e irrimediabili. Il reading di Alessandro Pazzi ci mostra due diversi modi di concepire la paura:  se per Poe la paura nasce dai demoni che ogni essere umano si porta dentro, per Lovecraft la paura ha ben poco a che fare con l’essere umano: il terrore vero, deriva da ciò che non conosciamo, da esseri innominabili che si nascondono in luoghi segreti. In comune hanno protagonisti senza più via di fuga: spalle al muro, nessuna scelta. Notevole anche la scenografia dello spettacolo, creata dall'illustratore Lorenzo Vergani, che cala perfettamente il pubblico nelle inquietanti atmosfere dei racconti. Una serata, quindi, per chi ama emozioni forti e per chi vuole riscoprire due grandi maestri della narrativa.

L'appuntamento è per giovedì 5 ottobre alle ore 21.00, presso la Biblioteca di Torbole Casaglia in via De Gasperi 12. Come per tutte le serate di "Un libro, per piacere!" (qui tutti gli appuntamenti della rassegna) l'ingresso è libero e gratuito. Per informazioni contattare la Biblioteca di Torbole Casaglia al numero di telefono 030-2150705.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento