Cultura Via Marconi

Scegliere di pensare. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa

Logico e filosofo del linguaggio, Ermanno Bencivenga smaschera la più insidiosa delle catastrofi del nostro tempo: la nostra capacità di ragionare rischia di scomparire.

Un appuntamento davvero imperdibile quello che propone venerdì 20 la rassegna Un libro, per piacere: il filosofo e saggista Ermanno Bencivenga sarà a Castrezzato con una serata dal titolo "Scegliere di pensare. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa". 

Logico e filosofo del linguaggio, Ermanno Bencivenga parlerà di un tema che riguarda ognuno di noi: quella che potremmo definire come la più insidiosa delle catastrofi del nostro tempo, ovvero la progressiva (ormai scientificamente dimostrata) perdita della nostra capacità di ragionare in modo approfondito. Questa "catastrofe gentile", silenziosa quanto devastante, riguarda soprattutto i giovani. Le nuove generazioni sono più esposte alla proliferazione dei mezzi d'informazione e di comunicazione, che sono diventati troppo veloci e potenti rispetto al tempo che il pensiero logico richiede. Con il risultato inquietante di abituarsi sempre più all'idea che qualcun altro, o meglio qualcos'altro, ragioni per noi. Bencivenga ci mette in guardia di fronte alle insidie della mutazione antropologica che sottrae alla nostra specie la sua risorsa più preziosa: il ragionamento.

Professore ordinario di filosofia all'Università di California (Irvine), Ermanno Bencivenga è autore di numerosi saggi, sia scientifici sia divulgativi, in lingua inglese e italiana, su argomenti di logica, filosofia del linguaggio e storia della filosofia. Grande successo hanno avuto le sue Favole Filosofiche, delle quali l'ultima edizione è stata pubblicata quest'anno (La filosofia in ottantadue favole, Mondadori); nel 2017 ha pubblicato per Feltrinelli  La scomparsa del pensiero. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa.

Bencivenga dialogherà con il prof. Paolo Festa, presidente dell'Associazione Culturale L'Impronta e uno dei curatori della Fiera Microeditoria di Chiari.
L'appuntamento è per venerdì 20 ottobre alle ore 21.00 a Castrezzato, Biblioteca Comunale “E.Dickinson” in via Marconi. L'ingresso è libero e gratuito, come per tutti gli eventi della rassegna (qui il cartellone) per informazioni è possibile contattare la Biblioteca allo 030 7146579.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scegliere di pensare. Perché non possiamo rinunciare a ragionare con la nostra testa

BresciaToday è in caricamento