Da Molinetto a Skopje: quando anche il primo museo macedone parla bresciano

Un'azienda bresciana (di Molinetto di Mazzano) ha progettato e allestito la nuova area espositiva del National Archaeological Museum di Skopje, il più grande museo di tutta la Macedonia

Si conclude in questi primi giorni di Novembre il lavoro di A&R Progetti presso il National Archaeological Museum di Macedonia, con sede a Skopje. L’azienda di Molinetto, specializzata in Museotecnica e Museologia, si è occupata durante l’ultimo anno della progettazione e dell’allestimento dell’area espositiva, che risulta essere ad oggi la più grande della Nazione.

A&R Progetti nasce nel 2011 dall’idea di Alessio Sgotti e Riccardo Morando in continuità con il lavoro ventennale di Astarte, rinomata azienda oggi chiusa dedicata alla Conservazione e al Restauro, in cui si sono conosciuti e sono stati colleghi. L’esperienza e la passione che condividono li portano a lavorare per diversi Musei Nazionali: la qualità delle soluzioni espositive, la conoscenza approfondita delle prassi conservative dei manufatti, la cura del particolare fanno della piccola azienda artigianale bresciana un grande partner per conservatori e progettisti nazionali. E non solo.

E’infatti lungo questo percorso di qualità che A&R approda in Macedonia. Il Museo prende forma fin da subito su progetto dettagliato di Riccardo e le vetrine A&R vengono scelte per le loro caratteristiche tecniche: attenzione alla finitura e ai dettagli e praticità per gli addetti ai lavori. Cura speciale è dedicata alla tenuta delle teche rispetto agli agenti ambientali esterni, fondamentale per l’aspetto conservativo dei manufatti, spesso delicati e di alto pregio. Ciascuna vetrine infatti è studiata per garantire il minimo scambio volumetrico fra l’ambiente esterno e quello interno, qualità che A&R fa controllare e certificare direttamente dal dipartimento Energia del Politecnico di Torino.

Per un anno lo staff vola avanti e indietro dall’Italia a Skopje, partono camion e si lavora senza sosta. L’entusiasmo è tanto e per tutti c’è l’orgoglio di rappresentare l’Italia all’estero, di vedere riconosciuta la qualità dell’artigianato bresciano e la passione di A&R in questo settore specifico. Per tutti il pensiero va a Riccardo, che purtroppo proprio durante l’allestimento in Macedonia è prematuramente mancato.

L’inaugurazione è avvenuta il 18 ottobre scorso alla presenza delle alte cariche del governo macedone: il Presidente della Repubblica Gjorge Ivanov, il Primo Ministro Nikola Gruevski e il Ministro alla Cultura Elizabeta Kanceska-Milevska che ha sostenuto la realizzazione di questo museo e che personalmente ha supervisionato il progetto e il procedere dei lavori.

Ed è sempre il Ministro Kanceska che, insieme all’ambasciatore Italiano in Macedonia Massimo Bellelli, ha lavorato per realizzare un’altra collaborazione Italia- Macedonia. Il Museo ha infatti avviato la programmazione il 22 Ottobre inaugurando la stagione con la mostra delle copie dei Mosaici di Ravenna. Questa esposizione è stata fortemente voluta dal Governo Italiano e fa parte del programma culturale elaborato nell’ambito del semestre di Presidenza Italiana alla Commissione Europea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento