Venerdì, 18 Giugno 2021
Cultura Centro / Via dei Musei

L'ultimo art happy hour a Santa Giulia, all'insegna del design

"Brescia Contemporanea. Incontri che sorprendono" chiude in bellezza: ospiti d'eccezione, il designer Enrico Baleri e i vini dell'Azienda Agricola Marangona

Donat Chair and Bed Length di Enrico Baleri

L’ultimo appuntamento dedicato a Brescia Contemporanea. Incontri che sorprendono, che si terrà mercoledì prossimo, 26 giugno, nell’ormai nota white room del Museo di Santa Giulia, sarà dedicato al design, con un ospite d’eccezione: Enrico Baleri, designer di fama internazionale, che da sempre desidera essere definito un “editore di design”.

Un editore perché si tratta di un ruolo che identifica qualcosa di più ampio e che racchiude in se il senso della produzione e del prodotto, ma, più ancora, l’idea e il progetto, l’attenzione a qualcosa di globale, di completo e di linguisticamente interdisciplinare.

Nato ad Albino nel 1942, Enrico Baleri lavora oggi tra Bergamo e Milano nelle sedi del suo Centro Ricerche eb&c e si occupa di comunicazione, grafica, web design, disegno industriale, architettura, arredamento e organizzazione eventi.

Presente con la sua attività sul territorio bergamasco dal 1965, quando su consiglio di Dino Gavina, suo primo maestro, realizza la Baleri Designers, uno spazio per proporre al pubblico le collezioni d’arredo d’avanguardia del tempo, Baleri, tra le sue eccellenze disciplinari, alla voce “appassionato”, pone il suo rapporto con l’arte contemporanea.

Una relazione fatta di passione, appunto, e di ragione. Di quest’ultima attitudine – razionale – la matrice che lo ha guidato è il rispetto: rispetto per la propria passione, e rispetto per il codice dell’arte, di cui ha intuito le possibili affinità linguistiche nei confronti del suo campo d’eccellenza – il design -, ma che non ha mai forzato a matrimoni di convenienza.

L’evento sarà accompagnato da una degustazione dei vini dell'Azienda Agricola Marangona, una realtà che eccelle nella produzione del Lugana, situata nella zona sud orientale del Lago di Garda, tra Peschiera e Sirmione.

Un vino fondato sulla freschezza, la sapidità e la mineralità, caratteristiche di questi suoli argillosi, espressivo delle caratteristiche di un importante vitigno, il trebbiano di Soave. L’Azienda Agricola Marangona fa parte delle cantine promosse da Mineral Wine, una realtà che propone una selezione di vini profondi ed eleganti, espressivi delle terre di origine e rispettosi delle tradizioni.



INFO

La partecipazione all’iniziativa è ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

L’iniziativa si svolge nello spazio collaterale all’esposizione di mostra: la white room, la tensostruttura adiacente alla hall del museo. Il punto di ritrovo è la hall principale del museo.

L’appuntamenti e la degustazione avrà una durata complessiva di circa 1h30.

Il museo e quindi la mostra NOVECENTO MAI VISTO rimangono visitabili fino alle ore 22.00.

A partire dalle ore 19.00 sarà possibile visitare la mostra NOVECENTO MAI VISTO ad ingresso ridotto a 7,50 euro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo art happy hour a Santa Giulia, all'insegna del design

BresciaToday è in caricamento