Brescia: Sfilata de "Catrinas"

Il giorno dei morti è in Messico una delle festività tra le  più importanti per la cultura di questo paese, riunisce aspetti storici e manifestazioni culturali più attuali, che ne descrivono, in parte, l'identità messicana.
 
Celebrare le tradizioni aiuta a rimanere in contatto con la propria cultura ed è anche un'eccellente opportunità per lo scambio interculturale; la comprensione e l'apprezzamento per le culture di tutto il mondo, accrescono il rispetto e la fiducia reciproca. 


A partire dal 7 novembre 2003, l’UNESCO ha dichiarato le celebrazioni legate a “DIA DE MUERTOS” come capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità.
 
La collocazione delle offerte durante le celebrazioni del “DIA DE MUERTOS” (Giorno dei Morti) rappresenta una delle più importanti tra le azioni che ne identificano le celebrazioni. “L’ALTAR” viene allestito a questo scopo.

È convinzione che durante il “DIA DE MUERTOS” le anime dei cari defunti, dei famigliari passati a miglior vita, ritornino per un momento di riunione, devono dunque essere accolti come in una festa di famiglia, con doni che se si tratta di bambini possono essere giocattoli, oggetti che usavano o amavano durante la loro vita terrena allo scopo di commemorare l'anima della persona amata, cibo e bevande preferite  di questa persona, frutta e dolci. “L’ALTAR “, è dedicato ad un defunto spesso attraverso la presenza di fotografie.

Ne completa l’allestimento un tappeto di fiori di Cempasúchil (Tagete) a simbolo la vita che nasce dalla morte.
È tradizione illuminare il ritorno a casa dei defunti, e le visite ai cimiteri sono fatte, sia durante il giorno che di notte e in questo modo le candele sono poste sulle tombe, come ad di illuminare il percorso dell'anima del defunto. Non è inusuale che “l’ALTAR” sia allestito direttamente nei cimiteri.

“ALTAR”
È in questo senso che la “Sala Danze” del Mo.Ca accoglierà l’allestimento di un “ALTAR” che, per questa occasione, sarà dedicato a CHAVELA VARGAS  (1919 - 2012); cantante, interprete di musica popolare, una leggenda della musica ranchera messicana.
Memorabili i suoi concerti nei quali si esibiva con i tipici costumi messicani ed il suo inseparabile poncho rosso.

Un altro caratteristico aspetto della cultura legata alle celebrazioni del  “DIA DE MUERTOS” in Messico, riguarda l’atteggiamento umoristico nei confronti della morte, la satira come parte importante delle tradizioni. In questo senso, “CATRINA” ne è un personaggio molto particolare e di riferimento, una donna ossuta, un teschio che ne è la rappresentazione popolare della morte, durante i festeggiamenti.

SFILATA DELLA “CATRINA” 
La sfilata dedicata alla “CATRINA” è organizzata per riproporre questa iconografia.
10 comparse si muoveranno partendo dalle sale del Mo.Ca., secondo un percorso che include alcune fermate da dedicare a scatti fotografici e riprese, per ritornare al Mo.Ca a percorso concluso.

Le iconografie presenti saranno:

 -”CATRINA” ELEGANTE

Rappresentata con l’abito portato dallo stilista designer Queretaro Julio Jaramillo Villanueva. 
Questa “CATRINA” vestirà con un abito che riprende le caratteristiche dell’iconografia vittoriana classica, icona già presente nelle pitture di Diego Rivera. 
Julio Jaramillo Villanueva porta avanti questo progetto da ormai 10 anni, realizzando ogni anno un abito nuovo, lo scopo è di preservare le tradizioni messicane e instillare nelle giovani generazioni, i bambini che in quei giorni si travestono da personaggi messicani e promuovono le tradizioni del nostro paese.


- ”CATRINA” CONTEMPORANEA

In questo caso la CATRINA sarà vestita dallo stilista Jorge Contreras, di origine Michoacano, è uno dei migliori del paese negli ultimi 10 anni. Con il suo stile fresco ed elegante veste celebrità, personaggi televisivi e cinematografici, regine di bellezza e Miss Universo.
I suoi disegni sono apparsi su riviste come VOGUE, HELLO, HARPER'S BAZAR, VANIDADES e alcuni in Asia.
Sono stati portati dalle celebrità sul red carpet di MIAMI, NEW YORK e MESSICO.
La creazione di questa Catrina Contemporanea prenderà comunque spunto dall’iconografia tradizionale presente nei disegni della Catrina di Josè Guadalupe Posada, in un'elegante creazione ispirata al bellissimo stato di Michoacan.Rendere omaggio alle radici indigene e trasformarle in un concetto internazionale.


Completeranno il corteo delle comparse, uomini e donne, abbigliate con vestiti tradizionali regionali messicani, ogni comparsa, così come la “CATRINA” ELEGANTE e la “CATRINA” CONTEMPORANEA, sarà truccata con la tradizionale maschera a teschio a rappresentare la morte.

ESPOSIZIONE DELL’OPERE D’ARTE
 A completare il progetto di culturale sono stati coinvolti diversi artisti, messicani e italiani, che si sono prestati ad interpretare l’iconografia legata a questa festa 

● Antonella Bosio (Italia)

● Colectivo Achokez (Pátzcuaro, Michoacàan. Mèxico), che è composto da artisti di diverse discipline come pittura, scultura e incisione.
La sua base è nel laboratorio CASA GRAY, nella città di Patzcuaro, Michoacan e il suo scopo è quello di promuovere la cultura sia in Messico che all'estero.
Presentano la due progetti grafici
    •     “La noche de ánimas” (La notte degli animi). Consiste di 20 incisioni nella tecnica del linoleum con misure di 12 x 17 cm. dove partecipano 10 artisti, ognuno con pezzi che alludono alla tradizionale notte della vita vissuta a Patzcuaro Michoacan

    •    “TZOMPANTLI” 43 teschi, incisioni nella tecnica del linoleum 25x35


● Museo Fray Juan de San Miguel A.C. (Uruapan, Michoacàn. México) presenta, opere in varie tecniche:
○ Jesus Guzman Esquivel

○ Enrique Ramirez Zepeda

Alumni della Associazione:
Maria del Carmen de la Lastra Garcia
Irais Fuentes Villaseñor
Jesus Miguel Montero Ramirez
Claret Guadalupe Zamora Pérez
Ivan Espinoza Padilla
Paola Villagomez Cuevas
Noe Villagomez Cuevas
Lorena Hernandez Benitez
Julieta Michelle Villa Abarca
Alejandra Pantoja Garcia
Laura Guadalupe Contreras Vargas
Dayana Alejandra Rivera Gallegos
Barbara Karen Ayala Gallardo
Diana Galinzoga Villaseñor
Juan Carlos Ayala Sistos


 
● Rocio Perez Vallejo (Messicana residente in Italia)
New media artist, laureata con lode come Bachelor of Arts in Messico e miglior studente al Master in New Media Art presso l'Accademia di Belle Arti di Brera. Premiata dal Akvarellmuseet nella regione Västra Götaland in Svezia. e nell'anno successivo con il Premio di Eccellenza di Milan International Network of Design. Nel 2012 riceve il primo premio dalla Associazione del Commercio, del Turismo e dei Servizi della provincia di Cremona, e successivamente riceve il Premio Think Town promosso dal Comune della città.
Il lavoro di Rocio è caratterizzato dalla transmedialità. Utilizza spesso materiali di recupero che hanno una propria storia, elementi naturali reinterpretati dalle nuove tecnologie. Il suo approccio alla New Media è solitamente attraverso lo sviluppo di progetti che cercano il recupero della memoria e della tradizione, coinvolgendo suoni e immagini come risorse di interazione. Le sue opere sono state esposte in Messico, Svezia, Italia, Germania e Cina.
  


● Maite Goitia (Querètaro, Querétaro. Mèxico)
​Ho studiato grafica all'UAM di Città del Messico, dal 1987 al 1991 lavoro all'università facendo progettazione editoriale nel dipartimento di sintesi creativa. 1992 - 2008 è professore all'Università Don Vasco di Uruapan. Professore 2008-2015 presso l'Università ANÁHUAC e CUAUHTÉMOC di Querétaro.
Il 2014 inizia il suo stile disegnando donne con grandi occhi.
 
​​
ARTIGIANATO E APERITIVO MESSICANO

Saranno esposti e in vendita oltre alle opere degli artisti messicani in esposizione, articoli di artigianato e prodotti tipici del territorio Messicano.
È prevista una degustazione di prodotti enogastronomici dietro pagamento di un ticket in vendita direttamente in luogo.
Antipasto messicano: una tipica degustazione di cibo messicano (Mezcal Sotol de Chihuahua, Tortillas la Morenita, Pane La Dolce Poesia di Paola)
Tutto a cura di: Messico nel cuore, la Warecita, Bornita, arte in POPOTILLO.


MUSICA

La Musica messicana per celebrare il giorno dei morti sarà divulgata nelle sale del Mo.Ca. durante lo svolgimento dell’evento.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Cellatica: Casa Museo della Fondazione Zani

    • dal 1 ottobre 2020 al 31 dicembre 2021
    • Casa museo
  • Centro Teatrale Bresciano: "Gli infiniti mondi", stagione 2020-2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 30 maggio 2021
    • Teatro Sociale -Teatro Mina Mezzadri
  • Bedizzole: guida all'ascolto, le nove sinfonie di Beethoven

    • dal 1 ottobre 2020 al 10 giugno 2021
    • BAM BEDIZZOLE ACADEMY OF MUSIC
  • Brescia: "Gli infiniti mondi", la stagione CTB 2020 - 2021

    • dal 27 ottobre 2020 al 16 maggio 2021
    • Teatro Sociale
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    BresciaToday è in caricamento