Eventi Clusane

Tra i migliori cuochi del mondo anche uno chef bresciano

Il bresciano Cristian Spagnoli, 38enne di 'base' a Iseo, stravince le semifinali di Sarajevo del Global Chef Challenge, la competizione mondiale dedicata ai migliori cuochi del pianeta

Cristian Spagnoli (al centro) al termine della competizione

Capesante, salmone e halibut come antipasto. Lombata, spalla di vitello e animelle come secondo. Poi un dessert di cioccolata. Questo il gustosissimo menu che ha convinto i giudizi internazionali della Global Chef Challenge, la competizione mondiale dedicata ai migliori cuochi del pianeta e che si concluderà nel 2016 ad Atene. A vincere la semifinale – categoria senior – il bresciano Cristian Spagnoli, 38enne di Iseo e che lavora al ristorante Conte di Carmagnola del Relais Mirabella, a Clusane.

Spagnoli è una delle punte di diamante della Nazionale Italiana Cuochi. Insieme a lui, nella finale di Atene, anche lo chef ‘junior’ Salvatore Canargiu. Hanno superato entrambi la durissima prova della semifinale, in scena a Sarajevo: “Una competizione davvero impegnativa”, ha raccontato proprio Spagnoli, ‘costretto’ a preparare tre portate (per sei persone) in un tempo massimo fissato in 3 ore e 40 minuti.

Questa volta ha vinto l’esperienza, la passione per il lavoro, un pizzico di creatività. Tutto quello che mai manca nel menu che lo chef iseano ‘offre’ ai suoi clienti, nel ristorante Mirabella. Degustazioni “di lago e di terra”, pasta fresca, pesce appena pescato, il manzo all’olio di Rovato, i formaggi delle valli bresciane. Nel 2013 si era già fatto più che notare, vincendo il premio di 'Cuoco dell'anno'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra i migliori cuochi del mondo anche uno chef bresciano

BresciaToday è in caricamento