Il Consorzio Valtenesi ha trovato casa. A Puegnago del Garda

Inaugurata la nuova sede del Consorzio, messa a disposizione dal Comune di Puegnago negli spazi di Villa Galnica ex Palazzo Tebaldini. Il presidente Bonomo: "Una tradizione vecchia di 500 anni"

Il Consorzio Valtenesi ha trovato casa. Ma una casa vera, non un prefabbricato messo lì da qualche parte, o un chioschetto in legno che magari fa pure fatica a reggere le intemperie. Il Valtenesi ora abita a Puegnago, negli spazi restaurati dell’ex Palazzo Tebaldini, ora Villa Galnica, protagonista ieri pomeriggio di un lungo open day a cui hanno partecipato addetti ai lavori, enotecari, ristoratori e giornalisti. Una sede nuova e definitiva, l’obiettivo dichiarato dall’ultimo Consiglio d’Amministrazione, una casa di conoscenza e una casa di produzione, una sede che proprio per questo sarà viva e attiva, insomma sempre aperta.

“I nostri contadini, se così possiamo chiamarli – ha infatti esordito il sindaco di Puegnago del Garda, Adelio Zeni – hanno sempre creduto nella nostra terra, nel crescerla e nel mantenerla, nel tutelare l’ambiente, i vigneti e gli uliveti. La nuova casa del Consorzio Valtenesi diviene così luogo di promozione dei prodotti tipici e locali, di tutta la Valtenesi”. Non solo vino infatti ma anche olio e prodotti di gastronomia di qualità, in concomitanza con la sede della locale Condotta Slow Food diretta da Gianni Briarava.

“Il Valtenesi? Una barca dove hanno remato in tanti – ha poi concluso Sante Bonomo, presidente del Consorzio – e il cui merito va davvero a tutti i produttori, quelli che ci hanno messo il cuore e l’anima. La mia storia in questa terra è cominciata poi proprio da qui, nel 1979 da Puegnago, forse uno dei luoghi più bucolici di queste zone. Un luogo in cui è stata rinvenuta la prova di una vitis vinifera fin dagli antichi insediamenti, e che con il particolare microclima è arrivata fino ad oggi. Il Valtenesi in realtà ha già 500 anni di storia”.


Nella cantina a volto di Villa Galnica è stata inoltre allestita un’esposizione permanente di tutti i vini della zona, dove sarà possibile trovare anche materiale promozionale sulle aziende produttrici. Fin dai prossimi giorni, inoltre, la sede sarà regolarmente aperta al pubblico, nuovo punto di riferimento per curiosi, consumatori e turisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento