"Terje Nordgarden, a modo mio": folk-rock norvegese per uno speciale House Concert

Nordgarden, a modo mio...

Altro tour in Italia per l’ormai affezionato cantautore norvegese Terje Nordgarden, nel nostro Paese proprio in questi giorni per la promozione del suo ultimo Album.

E' stato inevitabilmente a Roma, impegnato per dirette Rai in radio e televisione prima del concerto al Big Mama, il 14 marzo, poi anche a Reggio Emilia (il 16) al Catomes Tôt. Attesissima anche la sua ultima tappa, sabato 17 marzo nel mio salotto: dalle ore 20,00 (buffet di benvenuto) a seguire presentazione del disco live dalle 21,00 alle 22,30. Info via FB o via mail caterina@scriptasrl.it

E' finalmente uscito il suo nuovo lavoro "Changes".

Ne sono molto fiero e contento. Direi che è il mio capolavoro finora e ho registrato quel disco che volevo da tempo - quel disco registrato dal vivo in studio con tutti i musicisti presenti che suonavano insieme allo stesso tempo - uno, due, massimo tre takes e via. Questa volta ho collaborato con alcuni dei musicisti migliori della scena norvegese di oggi e abbiamo registrato tutto in uno studio meraviglioso ad Oslo. Fiati dei Jaga Jazzist, archi di Sivert Hòyem e le corriste dei Madcon. Stavolta ho preso ispirazione da artisti come Ryan Adams, Norah Jones, the Band - eppure Fats Domino fra tanti altri. Un disco classico in tutti sensi.

Nonostante da qualche anno sia tornato a vivere a Oslo, il cantautore norvegese in Italia è di casa. Dopo aver cominciato la sua carriera come busker proprio nel nostro Paese, Terje ha bazzicato per anni la scena indie italiana, collaborando con musicisti come Paolo Benvegnù e Cesare Basile.

Il pretesto per tornare in Italia è il suo ultimo disco, ma preferiamo chiamarlo capolavoro capolavóros. m. [comp. di capo e lavoro] (pl. capolavóri, raro capilavóri). – 1. a. La migliore in una serie di opere di un artista, di uno scrittore, [...]

Lo contattiamo per fare due parole.

Sappiamo che hai cominciato la tua carriera dalla strada, suonando come busker. Dove?

In via Zamboni…

A Bologna?

Sì… Sono arrivato a Bologna nel febbraio del 2000, poi mi sono trasferito a Firenze e, successivamente, in Sicilia.

Cosa porti con te di quel periodo?

Personalmente il busking è stata una scelta, diciamo una sperimentazione. Suonare per strada, suonare sotto i portici, sfruttando un’acustica, per così dire, naturale. È stato un buon modo di cominciare, una buona partenza… Per imparare a suonare, a usare la voce. Per entrare in contatto con il pubblico, anche. Comunicare con chi passava per strada… Sì, è stata proprio una buona scuola!

Facevi già pezzi originali oppure cover?

Entrambe le cose. In quel periodo era uscito il primo disco dei Coldplay, “Parachutes”. Mi ricordo che suonavo i loro pezzi…

Come ti sei avvicinato alla scena indie italiana? Com’è cominciata la collaborazione con Paolo Benvegnù?

Mi trovavo a Firenze perché avevo una data lì. La ragazza di Paolo era l’addetta al booking del locale. Le ho lasciato la mia demo, poi Paolo mi ha ricontattato per produrre il mio primo album [“Terje Nordgarden” – 2003, n.d.r.].

In questi giorni lo abbiamo visto in Rai ed ascoltato anche su Radio Rai 1

https://www.raiplayradio.it/audio/2018/03/STEREONOTTE-del-11032018-30091e87-f7ef-4f02-9b37-c7dcde497b71.html

Parli benissimo italiano, hai vissuto molti anni in Italia… Come trovi la nostra lingua?

Tutto sommato semplice da prononciare, più difficile da scrivere e tradurre in musica. Forse perché l’italiano ha una metrica molto diversa dalla lingua inglese. L’inglese è una lingua più fluida, le parole legano meglio insieme. Poi anche in inglese si può cantare scandendo le parole, lavorando sul ritmo e sulle pause… pensa a Frank Sinatra! Però sì, scrivere in italiano sarebbe una bella sfida, ancora non ho provato… Vedremo in futuro! Per ora sto puntando sull’imparare a cantare in norvegese. Anche in questo caso c’è un’altra metrica. Ho già scritto un paio di brani… L’obiettivo che mi sto dando è uscire con il mio primo lavoro in norvegese, magari per i miei 'primi' 40 anni! (Terje Nordgarden)

Ascoltatelo qui:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPOTIFY: https://open.spotify.com/album/0BVP12ND10Fli3QrCOR2lh
ITUNES: https://itunes.apple.com/album/-/id1277930075

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Oltre 2300 in terapia intensiva, governo pronto al nuovo lockdown in Italia"

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Autocertificazione covid Lombardia: modulo da scaricare Ottobre 2020

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento