Giovedì, 24 Giugno 2021
Cinema

Da Pian Camuno a Bollywood: Gaioni, re degli effetti speciali

La storia di Gianfranco Gaioni e della sua Director Kobayashi: piccola azienda di grafica ed effetti speciali ma che sfonda nel cinema. Prima arrivano gli spot (Smirnoff, Algida e Sony) poi anche il Festival di Cannes

Gianfranco Gaioni sul set

Ben aldilà dei nostri confini, lui è già una star. Si chiama Gianfranco Gaioni, viene dalla Valcamonica: nel 2007 ha fondato la Director Kobayashi, casa di produzione grafica e filmica che ha sfondato in Oriente, tanto da aver richiamato l’attenzione dei grandi produttori 'di zona'.

Una crescita esponenziale per il bresciano Gaioni: dai ‘semplici’ spot, seppure di caratura mondiale (vedi vodka Smirnoff o pannolini Pampers, oltre ai gelati Algida) fino alla consacrazione cinematografica.

Suo infatti, e dei suoi collaboratori, lo ‘zampone’ in blockbuster di successo come Hellboy capitolo secondo. Lui che della grafica e degli effetti speciali ci ha fatto uno stile di vita, lui che con il cinema sembra già essere un tutt’uno. Senza dimenticare le sue radici: cresciuto a Pian Camuno, quando gli impegni glielo permettono torna vicino a casa, dove ha pure la residenza, a Darfo Boario Terme.

Si comincia piano, dietro le quinte. Poi si arriva in prima linea, in cabina di regia. E così, all’ultimo Cannes, il bresciano Gaioni con la sua Kobayashi si è lanciato nel cinema duro e puro, presentando un lungometraggio di propria produzione.

Applauditissimo, è in attesa di un distributore, ovviamente internazionale. Perché il suo target è questo, ormai: proprio in queste ore lo potete trovare in India, nel cuore dell’emergente Bollywood, dove sta girando un nuovo spot, stavolta per la Sony. Mica male.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Pian Camuno a Bollywood: Gaioni, re degli effetti speciali

BresciaToday è in caricamento