"chef a bordo" i nuovi corsi aquolinae per i confini della tavola

"Chef a Bordo" i corsi per i nuovi confini della tavola by Aquolinae

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Che cosa faremo nella prossima estate?" Se qualcuno già se lo sta domandando, fantasticando allegramente sulle cose interessanti da fare, sulle nuove esperienze possibili, noi ci permettiamo di offrire un altro spunto di riflessione, qualcosa che alimenti pensieri di natura selvaggia, incontaminata (almeno nell'immaginario). Montagna? Lago? Mare? Crociera in nave superlusso? No.. Qualcosa che sia a contatto più stretto ed intimo, con l'elemento acqua. Salite a bordo: uno yacht o meglio una vela a motore... e poi salpate.

DSCF4758.JPG


Ma prima di partire, organizzate anche la vostra cucina e proprio come se foste imbarcati, cercate di affrontare teoricamente le mansioni che, ogni giorno, in genere sono richieste ai cuochi.
Consigliabile un corso Aquolinae di chef a bordo: dalla teoria gastronomica agli approfondimenti tecnici sulla pratica in cucina con una gamma assortita di ricette, il metodo di calcolo per la rotazione di un menù completo, in modo da gestire al meglio una crociera e la sua relativa cambusa. Ecco sommariamente il programma del corso di "chef a bordo".
- I principi di conservazione e igiene sulla manipolazione degli alimenti
- Prodotti di stagione - Erbe e spezie (fresche e secche)
- Cambusa ed il metodo d'approvvigionamento per differenti tipi di imbarcazione)
- Attrezzi a bordo -
- Tagli (il pesce - la carne - le verdure)
- Cotture
- Ricette con piatti unici e composti, sopratutto crudité
- Un menù speciale per una crociera a due
Test finale dello chef Paolo Bertholier

Torna su
BresciaToday è in caricamento