Eventi Centro / Via San Faustino, 11

Al Museo della Fotografia l'esodo dei profughi sulla rotta dei Balcani

Sopra, uno scatto presente nella mostra. In basso a destra, il giornalista e fotoreporter bresciano Giovanni Pizzocolo (al centro) nel giorno dell’inaugurazione

BRESCIA. Sabato pomeriggio, è stata inaugurata al Museo Nazionale della Fotografia la mostra “The Border” del giornalista e fotoreporter bresciano Giovanni Pizzocolo. 

Trentuno scatti per raccontare l’esodo dei profughi lungo la rotta dei Balcani: “Scopo del mio lavoro – ha dichiarato l’autore – è stato quello di dare un volto a chi un volto non ha. Nella mostra si può guardare negli occhi un’umanità esausta, segnata dal dolore e dalla stanchezza, ma in cui ancora arde la fiamma della speranza”.

12322810_1081527871858381_8413032008090498326_o-2Grande successo di pubblico per l’evento (molte le persone rimaste in piedi nella sala conferenze), avvenuto in contemporanea all’inaugurazione di un’altra importante esposizione: “Brescia alle origini dell’industria agroalimentare”, composta da 50 fotografie di proprietà dell’Archivio-Fondazione Negri, riguardanti la vita lavorativa della popolazione bresciana tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale. Entrambe saranno visitabili fino al prossimo 6 gennaio (ingresso al museo in via San Faustino 11/d).

Nella fotogallery, la locandina e alcuni scatti presenti nella mostra

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Museo della Fotografia l'esodo dei profughi sulla rotta dei Balcani

BresciaToday è in caricamento