Eventi San Polo

Gardensia: un doppio aiuto per combattere la sclerosi multipla

In occasione della Festa della Donna, il 3, il 4 e l’8 marzo in 90 piazze bresciane potrai scegliere di sostenere l'impegno di Aism a fianco delle persone con Sclerosi Multipla, una malattia che colpisce principalmente la popolazione femminile.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

In occasione dei suoi 50 anni di attività, l’Aism – Associazione Italiana Sclerosi Multipla – presenta Gardensia. La campagna dedicata alle donne con sclerosi multipla. Il 3, il 4 e l'8 marzo, per la Festa della Donna, in 90 piazze bresciane, 200 volontari di Aism Brescia invitano a scegliere (con un contributo minimo di 15 euro l'una) una pianta di gardenia o una di ortensia, o entrambe, per sostenere la ricerca e l'assistenza, due facce della stessa medaglia: l'impegno a fianco delle persone. I due fiori sottolineano lo stretto legame tra le donne e la sclerosi multipla (SM), che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini.

Ogni giorno, in Italia, 5 donne ricevono una diagnosi di sclerosi multipla. La sclerosi multipla è una malattia cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante; una delle più gravi del sistema nervoso centrale. Il 50% delle persone con sclerosi multipla è giovane: riceve la diagnosi quando ancora non ha compiuto i 40 anni, in un periodo della vita ricco di progetti e aspettative.

Ogni anno si stima che in Italia vengano diagnosticati 3.400 nuovi casi: 1 ogni 3 ore. Nel nostro paese sono 114 mila le persone colpite da sclerosi multipla. I sintomi associati alla sclerosi multipla sono diversi, tra questi anche la difficoltà nel linguaggio, la riduzione di forza muscolare, di sensibilità, disturbi cognitivi e nell’85% delle persone prevale il sintomo più comune definito anche il peggiore della malattia: la fatica.

La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate per questo è fondamentale sostenere la ricerca. Oggi, grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone con SM. “Manifestazioni come la Gardensia hanno permesso negli anni di raccogliere significativi fondi destinati al finanziamento dei progetti di ricerca e al potenziamento di servizi per le persone colpite da SM, in particolare per le donne e le loro famiglie a cui questa manifestazione è dedicata”, afferma Damiano Falchetti, Presidente Provinciale AISM.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gardensia: un doppio aiuto per combattere la sclerosi multipla

BresciaToday è in caricamento