Sabato, 25 Settembre 2021
Economia Visano

Licenziati tre operai, altri 25 a rischio: lavoratori in sciopero fuori dall'azienda

Due ore di sciopero alla Rothe Erde Metallurgica Rossi di Visano, conseguenze dei tre licenziamenti dello scorso mese e della possibilità che un'altra ventina di operai siano a rischio

Contratto di solidarietà, i primi tre licenziamenti, la possibilità tutt'altro che remota che ne possano arrivare altri, forse addirittura 20 o 25 operai: sono queste le motivaziioni dello sciopero andato in scena giovedì mattina alla Rothe Erde Metallurgica Rossi (gruppo Thyssenkrupp) di Visano, a cui avrebbero partecipato – così riferiscono i sindacati – più del 90% dei lavoratori.

Due ore con le braccia incrociate e un presidio all'ingresso dell'azienda per denunciare l'evolversi di una situazione che nelle ultime settimane si è fatta più agitata. In primis, appunto, la notizia dei tre licenziamenti del mese scorso. Ancora da capire se si sia trattato di un taglio “lineare” o se invece una scelta diversa.

Al momento non ci sono notizie in merito. L'altra notizia è quella dei possibili altri allontanamenti, come riferito ancora dai sindacati, in una nota congiunta firmata da Fiom e Uilm, le sigle sindacali dei rappresentanti dei metalmeccanici rispettivamente di Cgil e Uil.

Sarebbero almeno una ventina (forse addirittura 25) gli operai a rischio, su un totale di circa 120 addetti tra l'altro già alle prese con un contratto di solidarietà (che scadrà in primavera). La Metallurgica Rossi è aperta a Visano da più di 60 anni: viene acquisita dai tedeschi della Rothe Erde nel 1975. Il gruppo fa parte della Thyssenkrupp dal 1999.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziati tre operai, altri 25 a rischio: lavoratori in sciopero fuori dall'azienda

BresciaToday è in caricamento