La fine di un'epoca: azienda chiude dopo 45 anni, a casa 18 operai

Chiude i battenti dopo 45 anni di attività la Faris Rubinetterie: fondata nel 1971 a Lumezzane, poi trasferita a Villa Carcina. La società ha già avviato la procedura di licenziamento collettivo per 18 operai

La fine di un'epoca: dopo quasi mezzo secolo chiude la Faris Rubinetterie. Storico marchio bresciano e valtrumplino, tra i principali produttori nazionali di rubinetteria igienico-sanitaria. L'azienda venne fondata a Lumezzane nel 1971, poi trasferita a Villa Carcina. Ora l'amara conferma: dopo 45 anni l'azienda chiude.

Amaro destino per i 18 lavoratori rimasti. Il consiglio d'amministrazione della Faris ha deliberato la messa in liquidazione della società nel marzo scorso. A poco più di due mesi dalla messa in liquidazione sono arrivate le “lettere”: avviato la procedura di licenziamento collettivo.

A casa tutti i 18 operai che lavoravano a Villa Carcina. Sindacati sul piede di guerra: la Fiom avrebbe già chiesto un incontro per la verifica degli ammortizzatori sociali. L'azienda avrebbe motivato la chiusura per la crisi del settore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento