Italcementi, c'è l'accordo: venduta ai tedeschi di Heidelberg

Italcementi, uno dei maggiori gruppi cementieri (quinto produttore al mondo), viene acquistata dal gruppo HeidelbergCement. Il valore dell'operazione è di 1,67 miliardi di euro. Ne nasce un colosso mondiale

L'Italcementi di Rezzato-Mazzano

Dopo le cessioni di Pirelli ai cinesi, di Ansaldo Breda e Sts ai giapponesi di Hitachi, della Indesit agli americani di Whirlpool, di Alitalia agli arabi di Etihad, un altro pezzo di industria italiana (e bresciana) va all'estero. Italcementi passa in mani tedesche, ceduta dalla holding Italmobiliare alla HeidelbergCement. La finanziaria della famiglia Pesenti, storica azionista del gruppo, e la società tedesca hanno raggiunto infatti un accordo per la "compravendita della partecipazione detenuta da Italmobiliare in Italcementi, pari al 45% del capitale della società". Sarà coinvolta direttamente, come detto, anche la nostra provincia: nel cementificio di Rezzato-Mazzano, che produce 1 milione di 'clinker' ogni anno, lavorano infatti 128 dipendenti, ai quali bisogna aggiungere le oltre 400 persone che gravitano attorno all'indotto.

L'ACCORDO - Con questa aggregazione nasce il "secondo operatore nel cemento in termini di capacità produttiva, il primo operatore in termini di vendite nel settore degli aggregati e il terzo nel calcestruzzo". L'accordo, si legge, "prevede l'acquisto della partecipazione detenuta nel capitale azionario di Italcementi a un prezzo di 10,60 euro per azione, con un premio del 70,6% rispetto al prezzo di Borsa degli ultimi tre mesi, per un valore complessivo di 1.666 miliardi". L'accordo prevede l'assegnazione ad Italmobiliare, come parte del corrispettivo di acquisto, di una quota del capitale di HeidelbergCement, a scelta di Italmobiliare, compresa fra il circa 4% e il 5,3% - tramite aumento di capitale riservato - che corrisponde a un controvalore di 560 e 760 milioni. Con questa partecipazione azionaria Italmobiliare diverrà il secondo azionista industriale di HeidelbergCement, con un rappresentante all'interno del Consiglio di sorveglianza.

"Un imprenditore sa che l'importante è garantire lo sviluppo futuro dell'attività più che arroccarsi nella continuità del controllo dell'azienda". Così Giampiero Pesenti, presidente di Italmobiliare, commenta in una nota l'accordo. "Italcementi e HeidelbergCement sono due società che operano in questo settore da ormai un secolo e mezzo. Questo lungo cammino, con un solido bagaglio di conoscenza tecnica e imprenditoriale, viene ora messo in comune con una scelta lungimirante per garantire continuità e crescita di entrambe le realtà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento