rotate-mobile
Economia

Valle Sabbia Solidale: Turismo e biblioteca da record nel 2022

Lavoro, sociale e cultura sono gli asset dell’azienda che approva un bilancio top

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

 È stato un esercizio molto positivo quello che si è appena concluso e che l’Assemblea dei soci, ovvero la Comunità Montana, ente capofila dei Municipi, ha deliberato all’unanimità per Valle Sabbia Solidale, azienda speciale con focus su servizi sociali, minori e famiglia, CHS, protezione giuridica, sistema museale, social work, turismo e sistema bibliotecario.

“I ricavi hanno conseguito una crescita del 12,84% raggiungendo il valore dei 4,907 milioni di euro, ma l’obiettivo dell’Azienda non è la distribuzione del dividendo (anche se l’utile prima delle imposte è cresciuto del 17% attestandosi a 16.245 euro), bensì la qualità dei servizi al miglior prezzo possibile ed è per questo che i dipendenti sono cresciuti di 3 unità attestandosi a quota 33” come ha precisato il Presidente della Cmvs, Giovanmaria Flocchini.

Tra i “numeri” di particolare rilevanza totalizzati nel 2022 spicca la forte crescita dei prestiti bibliotecari che hanno raggiunto le 216.761 unità, in aumento del 19% sull’anno precedente (178.415) confermando quindi il trend positivo e dando un forte impulso all’attività bibliotecaria in generale. “Valle Sabbia Solidale ha conseguito ottimi risultati nell’esercizio approvato dai Soci, ma tutto ciò è ancor più uno stimolo nel fare meglio. Infatti, stiamo progettando una riorganizzazione funzionale dei processi e delle procedure aziendali, soprattutto per quanto attiene all’ambito Sociale, per far fronte alle nuove necessità dei Comuni di riferimento e della cittadinanza in senso più generale, risultando così sempre più proactive e resilienti” commenta Marco Baccaglioni, Direttore Generale di tutte le Società partecipate della Comunità Montana. Il servizio Social Work ha permesso nel corso del 2022 di ricollocare al lavoro 86 persone, mentre 39 sono state quelle che hanno usufruito di un tirocinio lavorativo. In particolare, l’attività di questo asset è stata fortemente orientata all’assistenza e orientamento al lavoro di persone con disabilità, tanto che tutto il personale educativo ha preso parte al corso di formazione dedicato “All’inserimento al lavoro e disabilità psichica: opportunità, punti deboli, soluzioni”.

Una specifica e qualificata formazione che risulterà particolarmente utile anche negli anni a venire per un’utenza che necessita di competenze specifiche. “Nell’ambito del Turismo la stagione legata al 2022 ha riportato risultati molto soddisfacenti con la Rocca d’Anfo che si è confermata uno dei punti di maggiore interesse e attrattività del territorio grazie anche alla felice scelta di posizionare l’Infopoint Valle Sabbia e Lago d’Idro, con apertura 7 giorni su 7, presso la Caserma Zanardelli, dotata di servizi, angoli ristoro e maggiori comfort che hanno indubbiamente migliorato l’esperienza complessiva di visita dei circa 5mila visitatori provenienti da Germania, Olanda, Belgio, Francia, Svizzera, Austria, Polonia, Danimarca e da oltre 40 Province differenti italiane” ha commentato Diego Prandini, presidente della società valsabbina.

L’attività promozionale si è realizzata soprattutto on-line, principalmente sui social network (Instagram ha visto crescere nel 2022 i followers da 1524 a 2429), con post organici e un fitto calendario editoriale. Lo staff incaricato ha inoltre provveduto al rifacimento del sito internet dedicato (www.roccadanfo.eu), compresa la traduzione dei contenuti, l’attività di SEO e l’aggiornamento del sistema di booking on-line per la prenotazione delle visite e degli eventi (il sistema web consente il pagamento tramite carta di credito). Infine, un riferimento all’area tutela Minori e l’area Prevenzione, che fanno capo al servizio “Minori e Famiglia”, che hanno usufruito dell’introduzione della Convenzione con il consultorio e quindi la possibilità di lavoro con la parte psicologica, anche se l’esperienza del 2022 ha scontato una serie di rigidità che gli erogatori del servizio, cooperativa o consultorio, hanno messo in campo con il conseguente allungamento dei tempi di reazione. Uno stimolo quindi per rendere questo settore, nell’ anno in corso, più resiliente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle Sabbia Solidale: Turismo e biblioteca da record nel 2022

BresciaToday è in caricamento