Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

Unicredit porta le imprese vitivinicole bresciane all'estero

Nasce “UniCredit International per il Vino”, un accordo per l’internazionalizzazione. Un’opportunità di rilievo per le imprese di Brescia e della Lombardia, regione tra le principali produttrici

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

L'internazionalizzazione costituisce un canale fondamentale per promuovere l'eccellenza vitivinicola lombarda e in particolare bresciana. Per questo, presso la Fiera di Verona, in occasione del Vinitaly, è stato presentato "UniCredit International per il Vino", il progetto della Banca che mette a disposizione delle PMI del settore vitivinicolo un'offerta dedicata di servizi a supporto del processo di internazionalizzazione.

Quest'iniziativa nasce nel filone di "UniCredit per l'Italia", che ha messo a disposizione degli imprenditori una serie di iniziative di sostegno nei percorsi di investimento e innovazione, e che ha già permesso a UniCredit di accompagnare 2.100 imprese lombarde all'estero, di cui 288 aziende della provincia di Brescia.

La produzione vinicola lombarda ha raggiunto standard qualitativi sempre più elevati. Nel 2011 il 62% della produzione è stato a denominazione con 5 DOCG e 22 DOC. Sempre nel corso del 2011, secondo un'analisi di UniCredit su dati Istat e Valoritalia, la produzione di vino di qualità è rimasta sostanzialmente stabile a dispetto del calo di quella regionale totale di vino. Particolare attenzione va riservata alla DOCG Franciacorta grazie anche al sempre maggiore apprezzamento delle bollicine all'estero.

Nel 2012, infatti, secondo i dati Valoritalia, Franciacorta DOCG ha fatto registrare una crescita del 36% rispetto all'anno precedente. Nonostante le stime della produzione vinicola regionale appaiano in calo del 15% nel 2012, a causa unicamente della diminuzione della resa delle uve e delle condizioni climatiche avverse, la qualità del prodotto va dal buono al molto buono con punte di eccellenza in Valcalepio e Valtellina

Nell'ambito di questo progetto le tre Confederazioni dell'Agricoltura (Confagricoltua, Coldiretti e Cia) hanno sottoscritto un accordo con UniCredit, affiancando la Banca nel cogliere le esigenze specifiche del settore vitivinicolo e nel promuovere prodotti, servizi e iniziative volti a valorizzare il vino italiano all'estero.

L'accordo rappresenta una opportunità di rilievo per le imprese della Lombardia, regione tra le principali produttrici di vino. L'accordo ha come principale obiettivo quello di consolidare e sostenere la crescita del sistema vitivinicolo, con particolare riferimento alle produzioni IGT, DOC, DOCG e degli Spumanti, sostenendo le imprese del settore nel percorso di internazionalizzazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unicredit porta le imprese vitivinicole bresciane all'estero

BresciaToday è in caricamento