Economia

Banchieri e dirigenti sotto accusa: sono 30 le persone nel mirino della Procura

Indagini Ubi Banca, tutti i nomi dei 30 dirigenti per cui la Procura di Bergamo ha chiesto il rinvio a giudizio. Ci sono volti noti come Giovanni Bazoli, Victor Massiah, Emilio Zanetti, Andrea Moltrasio

A poco meno di una decina di giorni dall'ultimo blitz della Guardia di Finanza, negli uffici anche bresciani di Ubi Banca, la Procura di Bergamo ha reso noto di aver chiesto il rinvio a giudizio di almneo una trentina di persone, tra dirigenti e volti noti, nell'ambito di un'inchiesta che indaga sui presunti ostacoli alle autorità di vigilanza.

Non solo: tra le responsabilità a vario titolo ci sarebbero anche delle influenze “illecite” nei confronti dell'assemblea dei soci. Le indagini si riferiscono a un lungo periodo di tempo (circa 6 anni, dal 2009 al 2015) e si legano all'inchiesta sulle “operazioni sospette” segnalate dall'Adusbef (l'associazione Difesa Utenti Servizi Bancari e Finanziari) e dai piccoli azionisti proprio di Ubi.

Nel dettaglio, sono almeno una trentina le persone per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio. Le accuse si riferirebbero a una sorta di “cabina di regia” da cui tutto sarebbe stato orchestrato, sia nei termini delle nomine degli organi decisionali dell'istituto bancario sia con operazioni appunto “sospette” così da dirottare o almeno orientare le decisioni dell'assemblea dei soci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banchieri e dirigenti sotto accusa: sono 30 le persone nel mirino della Procura

BresciaToday è in caricamento