Truffa milionaria, da Brescia alla Puglia: dieci gli indagati

L'indagine della GDF relativa ad una società pugliese specializzata nel commercio di materiale dell'edilizia, appoggiatasi ad una "società cartiera" il cui 'deus ex machina' sarebbe uno studio di consulenza bresciano

Sarebbe uno studio di consulenza bresciano il deus ex machina della truffa milionaria da circa 15 milioni di euro che coinvolgerebbe una società pugliese specializzata nel commercio di materiale per l’edilizia, con sede a Corato di Bari.

Illeciti relativi ad evasione fiscale e affini, fatture gonfiate e plusvalenze sospette, fino a decine e decine di contratti di acquisto o vendita, spostamenti di denaro ‘virtuali’ in realtà mai avvenuti.

Almeno una decina le persone indagate, e che corrono il rischio di trovarsi, in breve, la manette ai polsi. In particolare, lo studio di consulenza con sede in terra bresciana, si sarebbe occupato si ‘costruire’ la cosiddetta “società cartiera”, istituita appositamente “per stampare fatture false allo scopo di frodare l’IVA”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento