Martedì, 21 Settembre 2021
Economia

Trenord: stop al Lombardia Express. Legambiente: ora la Saronno-Brescia

Legambiente plaude alla soppressione del servizio decisa dal nuovo amministratore delegato Luigi Legnani, e chiede la conversione della Saronno-Seregno in asse trasversale tra Saronno e Brescia

Legambiente Lombardia plaude alla decisione del nuovo amministratore delegato di Trenord Luigi Legnani di interrompere il servizio del Lombardia Express.

Lo si legge in una nota in cui il responsabile trasporti dell'Associazione Dario Balotta chiede una razionalizzazione del servizio per Malpensa e la conversione della Saronno-Seregno in asse trasversale tra Saronno e Brescia.

Secondo Balotta, la soppressione dei treni diretti Milano-Varese e Milano-Bergamo è "un segnale positivo e di discontinuità con una gestione disinvolta e stravagante che puntava più sulla visibilità che sulla sostanza di un servizio vitale per i pendolari e per ridurre inquinamento e congestione stradale nelle città".

"Siamo stati facili profeti - prosegue la nota - quando 3 mesi fa avevamo affermato che questi treni erano inutili perché giravano con meno di 50 passeggeri a bordo e che, avendo un coefficiente di utilizzazione del 20%, andavano soppressi". Erano convogli che "sottraevano ferrovieri e treni nuovi ai servizi locali". Inoltre "per farli correre senza fermate si costringevano gli altri treni pendolari a fermarsi per dare la precedenza, maturando così ritardi".

Legambiente chiede alla nuova dirigenza di Piazza Cadorna di "tornare alla mission strategica di Trenord, chiudendo con i voli pindarici e clientelari della vecchia gestione che ha provocato il mese scorso la più grave Caporetto della storia ferroviaria italiana".

Per farlo occorre, secondo Balotta, "proseguire con una azione di riqualificazione dell'offerta e di recupero di risorse per i pendolari, riducendo l'eccessivo numero di treni del Malpensa Express, che girano con un coefficiente di utilizzazione modesto".

L'esponente di Legambiente ricorda come "nel 2007 Malpensa faceva 23,8 milioni di passeggeri l'anno e lo scalo era collegato con 80 treni giornalieri all'ora, mentre nel 2012 l'aeroporto è collegato con 130 treni al giorno, ma i passeggeri di Malpensa sono crollati a meno di 19 milioni l'anno".


Infine occorre "ripensare l'utilizzo della linea Saronno-Seregno, recentemente riaperta al traffico, riscoprendo l'obiettivo della pedegronda ferroviaria che colleghi Saronno con Bergamo e Brescia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenord: stop al Lombardia Express. Legambiente: ora la Saronno-Brescia

BresciaToday è in caricamento