Maxi-tunnel sul lago di Garda: bando da 205 milioni di euro per realizzarlo

Pubblicato il secondo bando di Cepav due per la realizzazione della “galleria naturale” da 5 chilometri tra Lonato e Desenzano

Foto di repertorio

Un bando da 205 milioni di euro per la realizzazione della nuova “galleria naturale” della ferrovia ad alta velocità che da Lonato raggiungerà Desenzano, costeggiando l'autostrada A4 a partire dalla zona industriale (vicino alla Feralpi) e la località Campagna. Lo ha pubblicato Cepav due, il general contractor – per conto di Rfi, Rete ferroviaria italiana – della tratta Tav da Brescia a Verona, che nello specifico si svilupperà da Brescia Est (Mazzano) a Verona Ovest (Sommacampagna) per un totale di 45,4 chilometri di cui 16,8 in galleria (solo nel Bresciano sono previsti tunnel a Lonato, Desenzano e Calcinato).

La galleria naturale di Lonato sarà lunga circa cinque chilometri, ma arriverà a sfiorare gli otto chilometri con i due tunnel di completamento scavati in trincea. Per il tratto cosiddetto “naturale” verrà utilizzata una gigantesca “talpa”, a quanto pare di produzione cinese, che si dice dovrebbe arrivare al cantiere di Campagna già dal prossimo febbraio.

I dettagli del bando

Nel dettaglio, il bando di gara serve a programmare i lavori di realizzazione delle opere civili e di linea (e relative opere connesse) comprese tra i chilometri 115+990 e 120+772 del futuro percorso del “supertreno”. Oggetto dell'appalto è la realizzazione della galleria naturale a doppia canna, e a singolo binario di Lonato: per lo scavo, a foro cieco e di tipo meccanizzato, si prevede l'utilizzo di fresa scudata ad attacco integrale Tmb, del tipo a contropressione di terreno al fronte (Epb), in grado di affrontare lo scavo anche in presenza di falda, con la capacità di adattarsi alla variabilità imposta dal contesto geotecnico lungo il tracciato, e all'eterogeneità dei materiali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scadenza fissata in febbraio

E' il secondo bando promosso da Cepav due per la realizzazione della maxi-galleria: il primo, scaduto alla fine di ottobre, non aveva ricevuto offerte. Non cambia nulla rispetto al primo bando, se non la scadenza: c'è tempo fino al 10 gennaio per presentare richiesta di sopralluogo, e fino al 4 febbraio per presentare un'offerta (esclusivamente in via telematica). La prima seduta pubblica avrà luogo il 25 febbraio alle 11, nella sede di Cepav due a San Donato Milanese. Tutte le informazioni, il bando e il disciplinare di gara, sono disponibili sul sito web ufficiale del general contractor.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Crisanti: "Vi spiego perché il Natale può essere un'opportunità"

  • Nuovo Dpcm, barista bresciana si ribella: “Io non chiudo alle 18, arrestatemi”

  • Incubo coronavirus: 237 casi a Brescia, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Covid: a Brescia oltre 300 nuovi casi e una vittima, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Terribile incidente: precipita elicottero, morto dirigente d'azienda

  • Coronavirus, 177 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento