Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Lombardia: "No al taglio dei treni sulla tratta Milano-Venezia"

Diversi consiglieri regionali lombardi, tra cui Fabio Rolfi (Lega Nord) e Gian Antonio Girelli (Pd), hanno chiesto all'assessore ai Trasporti Maurizio Del Tenno di limitare i danni causati dal taglio deciso da Regione Veneto

No al taglio dei treni sulla tratta Milano-Brescia-Venezia, che collegano la Lombardia al Veneto. A lanciare l'appello sono consiglieri regionali di diverso colore politico, a margine del Consiglioche chiedono un intervento per evitare la riduzione delle corse prevista per dicembre.

"Abbiano ritenuto doveroso chiedere all'assessore ai Trasporti Maurizio Del Tenno in che modo sia possibile limitare i danni derivanti dall'annunciata decisione di tagliare un numero considerevole di corse tra Lombardia e Veneto", hanno spiegato in una nota i consiglieri Alessandro Sala (lista Maroni), presidente della commissione Territorio, Fabio Rolfi (Lega Nord) e Gian Antonio Girelli (Pd).

Taglio dei treni per i pendolari, dal Veneto
la conferma: vincono i FrecciaRossa

"Si tratta di un ulteriore disagio che va a sommarsi a quelli oramai abituali e giornalieri di Trenord – hanno sottolineato - tra ritardi, cancellazioni, sovraffollamento, manutenzione carente, organizzazione inadeguata, viaggi in vetture sporche e fatiscienti".

Sul tema è intervenuto anche il capogruppo del Pdl Mauro Parolini: "Prima dell'annunciata soppressione delle corse lungo la Milano Brescia dovremo dare una risposta concreta – ha spiegato -. Si tratta di un asse di collegamento strategico – ha concluso - che vede coinvolti ogni giorno migliaia di pendolari che hanno diritto ad avere a disposizione treni rapidi in condizioni decorose, ma al contempo a costi accessibili".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lombardia: "No al taglio dei treni sulla tratta Milano-Venezia"

BresciaToday è in caricamento